Niyo&Co. cresce del 12% e punta sul franchising

Niyo&Co, brand di cosmetici e prodotti per il corpo made in Italy, fondato nel 2012 dalla romana Niyo S.r.l., ha avviato un progetto di franchising volto a espandere la presenza del marchio sia in Italia che all’estero, facendo leva su di un know-how consolidato in oltre vent’anni di attività nel comparto del beauty.

Uno store Niyo&Co. - niyoandco.com
 
“Ho fondato Niyo&Co. insieme a mia sorella Laura, Direttore Creativo e Sviluppo Prodotto del marchio, come private label di una catena di profumerie, per rispondere a quella che secondo noi era un’esigenza del mercato, non solo dal punto di vista del prodotto, ma anche del prezzo e dell’immagine”, ha spiegato a FashionNetwork.com Gianluca Cerasoli, Presidente di Niyo S.r.l. “La nostra è una linea totalmente prodotta in Italia, che comprende make-up, cosmetica, alcolica, cura del corpo e accessori per l’uomo e per la donna. Col tempo abbiamo sviluppato un concept retail che propone al consumatore un ottimo rapporto qualità-prezzo”.
 
Oggi Niyo&Co. è presente in Italia e all’estero con 5 punti vendita diretti e in franchising e con una distribuzione in oltre 20 Coin con corner e pareti, ai quali se ne aggiungeranno altri quattro entro la prima metà del 2018. Sul fronte estero, il brand ha all’attivo un accordo in Medio Oriente, che partendo dal Qatar, dove è già presente con uno shop-in-shop, coinvolgerà anche Dubai e Arabia Saudita, e un accordo per il mercato russo che oltre al punto vendita già esistente a Mosca prevede un piano di distribuzione che coinvolgerà altri 10 Paesi. È inoltre prevista entro quest’anno l’apertura di uno store a Milano.
 
Per quanto riguarda il progetto di franchising, l’azienda punta in particolare su Spagna e Francia, per quanto riguarda l’Europa, e su Russia, Iran e Medio Oriente. Il progetto prevede corsi di formazione su make up e cosmesi per gli affiliati, interventi di affiancamento sul punto vendita e supporto commerciale nella definizione del mix di prodotto e nella ricerca delle location. Il franchising andrà ad affiancare quindi gli store diretti, gli shop-in-shop e l’e-commerce del brand.
 
“Abbiamo chiuso il 2017 registrando una crescita del 12% del fatturato, che abbiamo realizzato per il 70% in Italia e per il 30% all’estero. L’obiettivo per quest’anno è di portare il giro d’affari internazionale a pesare per il 40% sul totale”, ha concluso Cerasoli.

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

CosmeticiDistribuzione