MondoJuve: lo shopping center inaugura il suo primo lotto, in provincia di Torino

Lo shopping center MondoJuve, situato nell’area compresa tra i Comuni di Vinovo e Nichelino in provincia di Torino e realizzato dalle società del Gruppo Gilardi (Finanziaria Gilardi S.p.A., Campi di Vinovo S.p.A., Costruzioni Generali Gilardi S.p.A.) con un investimento di circa 200 milioni di euro, sostenuto in parte con fondi propri e in parte con un finanziamento garantito da Unicredit S.p.A. e BNL Gruppo BNP Paribas, apre ufficialmente il 7 settembre il suo primo lotto, sito in Strada Debouchè e ripartito in due strutture distinte.

Ingresso Ovest di Mondojuve

Le due unità sono unificate da una galleria interna, occupata da un centinaio di negozi al dettaglio di noti marchi, che crea un percorso continuo dall’ipermercato Bennet alla fashion mall, fino all’area ristorazione.
 
La piazza antistante è caratterizzata da ampi spazi verdi, che ricoprono una superficie totale di due ettari, strutture di servizio alla persona e alla famiglia, come un’area bimbi da 150 mq e il servizio baby parking interno, giochi d’acqua, aree con Wi-Fi pubblico, e un parcheggio da 2.500 posti auto.
 
Il progetto architettonico, curato dal rinomato studio Design International, coadiuvato sul territorio dallo Studio Ceppi e dalla Simtec per la componente impiantistica, esprime uno stile moderno dal sapore nord europeo per la semplicità e la linearità delle forme, il dialogo con la natura e la continuità tra esterno ed interno con largo uso di materiali naturali.
 
Mentre la commercializzazione del primo lotto è stata condotta da Gallerie Commerciali Bennet, la commercializzazione del secondo lotto (Retail Park) e la gestione di tutto il Parco Commerciale è stata affidata alla Società Cushman & Wakefield.

L'avveniristica e polifunzionale piazza di Mondojuve

Grande attenzione è stata riservata agli aspetti di eco-sostenibilità: gli impianti sono dotati di sistemi di recupero energia, di produzione di energia pulita e di controllo dell’energia consumata. L’acqua piovana delle coperture sarà recuperata, accumulata e utilizzata per l’irrigazione delle grandi superfici a verde.
 
Significativa anche la ricaduta occupazionale sul territorio, con circa 1.000 i posti di lavoro creati dal progetto tra addetti alla realizzazione e personale all’interno dell’area commerciale, con un potenziale bacino di utenza di oltre un milione di residenti nelle aree limitrofe.
 
Al completamento previsto nel 2020, l’intero complesso diventerà il maggiore Parco Commerciale del Piemonte con una superficie lorda di pavimento di oltre 80.000 mq.

Copyright © 2017 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

ModaDistribuzione