Milano si conferma set prediletto per campagne moda

Duomo, Galleria, Scala e Palazzo Reale di Milano sono i set a cielo aperto più richiesti per servizi di moda, fiction e documentari. Sono 453 (contro le 404 dello stesso periodo del 2017) le richieste di autorizzazioni per occupazione suolo destinate alle riprese foto-cinematografiche e televisive arrivate al Comune nei primi sette mesi del 2018.

Facebook/Comune di Milano

Di queste, 101 sono state presentate per effettuare riprese video di moda e e 105 per l'allestimento di set fotografici. Seguono film/serie tv/talk show (71 domande) e documentari di divulgazione culturale e scientifica (36).

L'utilizzo dell'immagine della città ha un costo solo per le produzioni ad uso commerciale e nel 2017 ha permesso al Comune di incassare 140 mila euro. Da gennaio a luglio di quest'anno, invece, l'incasso ammonta già a poco meno di 113 mila euro. Non pagano nulla invece film, fiction e documentari, così come le esercitazioni delle scuole di cinema e tv e la pubblicità progresso.

Per quanto riguarda le richieste da parte di produzioni straniere nei primi sette mesi del 2018, fiction e serie tv superano documentari e pubblicità di moda. Un dato che mostra una netta inversione di tendenza rispetto agli anni scorsi, durante i quali il documentario di divulgazione scientifica è sempre stato la tipologia di prodotto più diffusa. Tra le produzioni straniere le più numerose sono quelle inglesi.

Copyright © 2018 ANSA. All rights reserved.

Moda - Prêt à porter Campagne
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER