Mercato delle scarpe da ginnastica: un calo moderato fra i "runner"

19 mag 2010 - Nel 2009, il mercato di scarpe per il running ha conosciuto un leggero rallentamento, rende noto l'agenzia di studi NPD Group. Un calo mitigato tuttavia dagli acquisti dei "runner" duri e puri.


Nel 2009, il mercato delle scarpe per il running ha conosciuto un leggero rallentamento, spiega l'agenzia di studi NPD Group.

Infatti, nei cinque più grandi paesi europei (Francia, Germania, Italia, Spagna e Regno Unito) se le vendite (in volume) di scarpe da ginnastica destinate al tempo libero sono calate del 10,2%, le vendite di scarpe da ginnastica destinate alla corsa sono invece aumentate del 2,5%. Una tendenza che si conferma in Giappone e negli USA.

Se nel 2009, in Europa, il calo del mercato globale della scarpa da corsa si è mantenuto a uno 0,1% in meno è solo grazie ai jogger più appassionati, che spendono in media 9,80 euro in più rispetto agli acquirenti comuni che destinano le loro scarpe per il running ad usi limitati al tempo libero.
I marchi maggiormente interessati da questa crescita differiscono a seconda della zona geografica. In Giappone e in Europa i brand che crescono di più sono Adidas, Asics e Nike, mentre negli Stati Uniti sono Saucony, Puma e Brooks a mettere a segno i migliori risultati.

Di Sarah Ahssen (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - ScarpeLusso - ScarpeBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER