Mavive: vendite cresciute del 21% nel 2015 e del 22% nel 1° semestre 2016

Nonostante le difficoltà di un mercato sempre più concorrenziale e le difficoltà economiche a livello mondiale, le vendite di Mavive, il gruppo veneziano della famiglia Vidal specialista nel settore della profumeria e della cura della persona, hanno segnato alla fine del 2015 un aumento nei confronti dell'esercizio precedente del 21%, raggiungendo la cifra di 26.294.500 euro, per la precisione.

www.mavive.com

Il 2015 è stato l’anno che ha consentito a Mavive di triplicare il fatturato nell’ultima decade passando dagli 8,6 milioni di euro del 2006 ai 26,3 milioni del 2015, consolidando contestualmente redditività e capitalizzazione.

Il bilancio del 2015 si chiude con un fatturato wholesale di 45,3 milioni di euro, facendo segnare un raddoppio rispetto all’intero arco del quinquennio precedente.

Significativo il risultato sul mercato domestico, con vendite in Italia che si attestano a 10,7 milioni di euro, in aumento del 35% rispetto al 2014.

L’export rappresenta il 60% (70% in volume) del fatturato complessivo dell'azienda veneziana, con un aumento del 8% rispetto all’anno precedente: l’Europa costituisce il mercato di riferimento, con un’incidenza sul totale export del 68% ed una crescita di oltre il 14% rispetto al 2014, trainata da Gran Bretagna (+5%), Germania (+12%) e da Paesi quali Ungheria, Polonia, Francia e Russia; nelle restanti aree in evidenza l’Australia.

Si conferma, ai fini del raggiungimento degli obiettivi, la performance sia di brand storici come Police, che cresce complessivamente dell'8% sul 2014, sia di nuove licenze introdotte in portafoglio come Replay, in aumento del 32% sull’anno precedente, sia di brand di profumeria selettiva come The Merchant of Venice, che all’avvio sui mercati fa segnare una forte accelerazione dei ricavi, indica la società nella sua nota ufficiale.

La redditività aziendale, espressa da un utile netto cresciuto del 20% con un ROE a due cifre di oltre il 35,5% ed un incremento dell’EBITDA del 18%, hanno consentito un ulteriore rafforzamento patrimoniale, con un aumento del 25% della capitalizzazione.

Per quanto riguarda invece l'andamento e i risultati del primo semestre del 2016, le vendite nel di Mavive sono arrivate precisamente a 12.182.331 euro, in aumento del 22% rispetto al fatturato dello stesso periodo dell’anno precedente.

L’export è di pari a 7,7 milioni, in crescita del 22,2% sul 2015, quando era stato di 6.3 milioni

Analogo l'andamento sul mercato domestico, con vendite in Italia di 4,5 milioni di euro, in crescita del 21,6% rispetto ai 3,7 milioni del 2015.

Nella prima metà del 2016, il fatturato complessivo a livello wholesale di Mavive S.p.A. raggiunge i 21,8 milioni di euro, migliorando anch'esso del 22%.

Mavive è recentemente diventato il distributore esclusivo per il mercato italiano di Méthode Jeanne Piaubert, Stendhal e Carven Parfums, marchi di proprietà del gruppo francese Jacques Bogart, arricchendo così il suo portfolio di prodotti che già comprende le licenze di produzione e/o di distribuzione, a seconda dei casi, dei profumi dei marchi Police, Replay, Zippo, Manila Grace, Monothème, The Merchant of Venice, Pino Silvestre e 4711. Oggi Mavive opera in 97 Paesi e sta vivendo da anni un inarrestabile trend di sviluppo, come testimonia la pubblicazione di queste ultime cifre.

Copyright © 2017 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

ProfumiBusiness