Mapic Italy chiude la terza edizione con oltre 2.000 partecipanti

Mapic Italy, il salone dedicato al mercato immobiliare commerciale italiano, e la sua costola dedicata al segmento Food & Beverage, Mapic F&B, hanno registrato nel complesso oltre 2.000 partecipanti, provenienti da 49 Paesi. I due eventi, svoltisi contestualmente a Milano, negli spazi del MiCo (Milano Congressi), il 23 e 24 maggio, hanno ospitato oltre 800 retailer nazionali e internazionali, in rappresentanza di 180 brand, su una superfice espositiva ampliata rispetto all’anno precedente.

Mapic Italy - Foto:S.D'Halloy - Image&Co
 
Alla due giorni hanno partecipato i principali player del settore, tra cui CBRE, Cushman & Wakefield, JLL, Aedes, Ece, Eurocommercial, IGD, Svicom, Sonae Sierra, Klépierre, Falcon Malls e Westfield.
 
Durante la sessione ufficiale del Consiglio Nazionale dei Centri Commerciali (CNCC) sono emersi dati incoraggianti per il comparto: secondo quanto riportato dalle 3 più importanti società di consulenza internazionali (JLL, Cushman & Wakefield e CBRE), in Europa i centri commerciali hanno catalizzato, nei primi tre mesi del 2018, il 50% degli investimenti retail. In Italia, dall’inizio dell’anno, sono stati investiti circa 780 milioni di euro, oltre il doppio rispetto allo stesso periodo del 2017, con una pipeline che prevede 43 progetti di sviluppo, di cui 16 entro la fine del 2021.

Joachim Sandberg, Head of Italy & Southern Europe Region di Cushman & Wakefield - Foto: S.D'Halloy - Image&co
 
Sotto la lente d’ingrandimento del round di dibattiti di quest’edizione sono finiti i “dead malls” americani: Joachim Sandberg, Head of Italy & Southern Europe Region di Cushman & Wakefield, ha precisato come non risulti alcuna diretta correlazione tra la situazione critica che sta vivendo il mercato USA e quello italiano. Sandberg ha inoltre insistito sulle potenzialità dell’e-commerce, canale complementare all’offline, che può dare nuovo impulso alle vendite e che non necessariamente impatta negativamente sui risultati dei centri commerciali fisici.
 
Una shopping experience sempre più tecnologica, con combinazioni infinite di abiti in camerini virtuali e merce che arriva direttamente a casa il giorno stesso dell’acquisto, sono alcune delle ricette proposte dal CEO di CBRE, Alessandro Mazzanti, che nel suo intervento ha ricordato come la tendenza dei mall, nei prossimi anni, sarà quella di ridurre lo spazio dedicato agli ipermercati.

Alessandro Mazzanti, CEO di CBRE - Foto: S. D'Halloy - Image&Co
 
“Oggi il settore dei centri commerciali è un prodotto che richiede risposte diverse rispetto al passato. I numeri parlano di un mercato solido che non teme la minaccia dell’online, sempre più orientato verso la multicanalità e con centri commerciali che divengono luoghi privilegiati di intrattenimento, socialità, sentiment di appartenenza”, ha concluso Massimo Moretti, Presidente del Consiglio Nazionale Centri Commerciali italiano.
 
Grande successo registrato dal primo appuntamento dedicato esclusivamente al Food & Beverage, Mapic F&B, che ha venduto quasi tutto lo spazio espositivo e dove erano presenti 40 retailer italiani e internazionali del settore, tra cui spiccano i nomi di Delifrance, Foodation, Rinaldini Pastry, Caffè Napoli, Dante’s, Nordsee, Wok to Walk. Tra i brand che hanno partecipato come visitatori, invece, figurano Jamie Oliver Group, Cafe Rouge, Five Guys, Starbucks e KFC. Grande interesse anche da parte dei diversi operatori del settore travel, tra cui gli aeroporti Stanstead di Londra, Manchester, Ginevra, Roma, Milano, SNCF Retail & Connections e Grandi Stazioni.

Massimo Moretti, Presidente del Consiglio Nazionale Centri Commerciali italiano. - Foto: S.D'Halloy - Image&Co
 
Organizzate dal player globale Reed Exhibitions, che vanta un portafoglio di oltre 500 manifestazioni in 30 Paesi, le prossime edizioni di Mapic Italy e Mapic F&B si svolgeranno durante la settimana dedicata al food “Milano Food City”, l'8 e il 9 maggio 2019. 

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

GastronomiaSaloni / fiereDistribuzione