Made in Italy protagonista a MRKet, NY

La moda italiana è protagonista al MRKet, una delle principali manifestazioni internazionali del settore abbigliamento ed accessori uomo, organizzata dal 16 al 18 luglio presso il Jacob Javits Center dall'Agenzia ICE di New York.

MRKet - UBM Fashion

L'ICE supporta da anni la presenza delle aziende italiane (quest'anno sono 48) per promuovere l'immagine dell'abbigliamento Made in Italy negli USA e favorire l'ingresso sul mercato di nuove aziende. Il retail moda americano ha attraversato una fase di contrazione delle vendite nel 2016, misurabile tra il 5% e il 15% rispetto all'anno precedente. Il cambio dei comportamenti di acquisto da parte dei consumatori americani, specie tra i più giovani, ha determinato una riduzione dei consumi dell'abbigliamento a fronte di un incremento per altri settori (svago, ristorazione e viaggi). In controtendenza i consumi online, che nell'ultimo anno hanno incrementato le vendite di oltre il 25%.

Le importazioni di abbigliamento uomo ed accessori negli Usa hanno di conseguenza risentito del rallentamento: secondo i dati del U.S. Department of Commerce, nel 2016 l'import è calato del 9,04% rispetto al 2015. Le importazioni dalla Cina, primo paese fornitore, sono scese del 14,2%, mentre l'Italia segna un -12,22% e una quota di mercato stabile al 2%. Il Made in Italy continua in ogni caso a rappresentare l'eccellenza negli Stati Uniti, vantando, rispetto ai diretti concorrenti, un'immagine percepita molto alta presso i consumatori.

"MRKet NY si conferma la più importante manifestazione fieristica dedicata alla moda uomo in America”, ha spiegato Maurizio Forte, direttore ICE Coordinamento USA. “Il mercato locale attraversa una fase complessa e di profondi cambiamenti e per questo l'Agenzia ICE deve essere più vicina che mai alle nostre imprese del settore, anche rafforzando la partnership con gli organizzatori".

Copyright © 2017 ANSA. All rights reserved.

Moda - Prêt à porter Moda - AccessoriSaloni / fiere