Liu Bolin fa il bis con Moncler

La nuova campagna Moncler per la stagione autunno-inverno abbina ancora la poetica di due diversi talenti contemporanei: l'artista cinese Liu Bolin, maestro dell'invisibile, e la fotografa americana Annie Leibovitz che hanno già collaborato assieme per Moncler per la precedente campagna.

Liu Bolin Moncler

Performer fuori dal comune, Liu Bolin gioca nuovamente la carta del surreale e del fantastico, dando vita a un immaginario che si avvale dell'incantesimo di un camaleontico e soffuso camouflage. I contorni del corpo dell'artista, questa volta, si calano in una realtà naturale, si fondono e si miscelano a un grandioso paesaggio nordico invernale ghiacciato che richiama il dna del marchio. Il luogo prescelto è l'Islanda, immersa nei ghiacci, che si specchiano in acque gelide e lucenti quasi metalliche, declinati secondo una palette intessuta di infinite tonalità di grigio, piombo, antracite e un evanescente azzurro. Il paesaggio è rappresentato da iceberg, come colossali sculture e distese di neve cristallizzata.

Copyright © 2017 ANSA. All rights reserved.

Lusso - Prêt à porter Campagne