Li Ning: il giro d'affari torna a crescere

Il produttore cinese di articoli sportivi annuncia di aver realizzato 381 milioni di euro (3,137 miliardi di yuan) di vendite nel primo semestre del proprio esercizio. Una progressione dell'8% consentita soprattutto dal rafforzamento delle vendite retail, conseguenza del potenziamento della sua rete di negozi monomarca.

Questi risultati sono ottenuti nel preciso momento in cui la società sta affrontando di petto il suo “Transformation Plan”, che punta da un lato a rafforzare la propria rete di distribuzione "colmandone i vuoti", e dall'altro a ottimizzare i costi di esercizio.

Focalizzando il rafforzamento della propria distribuzione sui negozi gestiti in proprio e concentrando l'offerta sulla sport performance con l'abolizione delle proposte di sport lifestyle, il gruppo cinese mira a trarre vantaggio dalla forte crescita dei consumi che si registra presso la classe media.

Alla fine del 2013, Li Ning era distribuito in una rete di 6.915 punti vendita, contro gli 8.255 di due anni prima. Una conseguenza diretta di questa riforma, che privilegia il mono al multimarca.

Dopo un'annata 2012 complicata, il brand ha realizzato lo scorso anno un fatturato di 682 milioni di euro, in calo del 13%. Per l'esercizio in corso, Li Ning punta in particolare sul potenziamento dell'offerta nei prodotti entry-level e nelle linee premium.

Matthieu Guinebault (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2017 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

SportIndustry