Levi’s comincia il 2018 con una crescita in doppia cifra

Il colosso statunitense dei jeans Levi Strauss & Co. ha reso noti martedì dei risultati impressionanti per l’inizio dell’annata 2018, con un incremento globale di fatturato del 22%. Il marchio è in crescita ovunque nel mondo e su tutti i canali.

Levi's

“Le tendenze di sviluppo e di crescita che avevamo osservato nella seconda metà dello scorso anno si sono non solamente confermate, ma accentuate nel corso del primo trimestre”, ha dichiarato il Presidente e CEO di Levi Strauss & Co, Chip Bergh, in un comunicato stampa.
 
Il produttore di jeans ha registrato un aumento dei ricavi netti del 22% nel primo trimestre, a 1,34 miliardi di dollari (1,08 miliardi di euro) a parametri costanti, e del 16% se si escludono 55 milioni di dollari (44,44 milioni di euro) derivanti da effetti valutari favorevoli.
 
Il fatturato derivante dalle vendite dirette è aumentato del 24% grazie alle buone performance di questo canale e all’espansione della rete distributiva, nonché alla crescita dell’e-commerce. La società ha aperto in un anno 56 nuovi negozi monomarca.
 
Nel trimestre chiuso il 25 febbraio, le vendite all’ingrosso su base comparabile sono cresciute del 21%, principalmente grazie al dinamismo dei mercati europeo e americano.
 
A causa degli ingenti investimenti e delle variazioni fiscali che sono costati a Levi’s 136 milioni di dollari (109,89 milioni di euro) pesando sul suo utile netto, l’azienda ha dovuto dichiarare di aver registrato perdite nette per 19 milioni di dolalri rispetto ai profitti per 60,1 milioni di dollari ottenuti un anno prima.
 
Ma senza prendere in considerazione i costi non di cassa, i profitti dell’azienda americana sono quasi raddoppiati a 117 milioni di dollari (94,54 milioni di euro).
 
Sul continente americano, gli utili netti sono aumentati del 13% grazie alla crescita delle vendite all’ingrosso e delle vendite dirette su tutti i mercati, con una stagione delle particolarmente soddisfacente negli States.
 
In Europa, le entrate crescono del 30% e sono “in aumento su tutti i mercati, tutti i canali e tutte le categorie di prodotti”. La collezione Donna e le linee di giacche e giubbotti sono quelle cresciute di più.
 
In Asia, il fatturato è salito del 5%, trascinato in alto dalle vendite dirette.
 
"I nostri risultati mostrano chiaramente che le nostre strategie funzionano e che gli ulteriori investimenti che abbiamo sostenuto nel marketing e nello sviluppo della vendita diretta, così come nella diversificazione del portafoglio, stanno pagando”, ha concluso Chip Bergh.
 
Il marchio di San Francisco ha anche aumentato le proprie previsioni di crescita di fatturato per l’intero 2018 dal 6% all’8% a cambi costanti.
 
Levi’s Strauss Inc. è proprietario dei marchi Levi’s, Dockers e Denizen, distribuiti in 2.900 fra punti vendita fisici e corner nel mondo. Il gruppo statunitense aveva ottenuto ricavi netti per 4,9 miliardi di dollari (3,96 miliardi di euro) nel 2017.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

DenimBusiness