Larusmiani e Clerici Tessuto stipulano una partnership nei tessuti

Curiosamente accomunate dall’anno di fondazione, il 1922, le aziende tessili lombarde Larusmiani e Clerici Tessuto hanno annunciato a Milano Unica una partnership produttiva, commerciale e distributiva di durata pluriennale. Larusmiani potrà cosìi potenziare la produzione nell’ambito della fibra serica, in cui l’azienda comasca è specializzata, mentre Clerici Tessuto potrà avvalersi dell’esperienza maturata dalla sua “collega” milanese nella produzione di tessuti per l’abbigliamento maschile di lusso.

La stretta di mano che ha suggellato l'accordo nel corso della fiera Milano Unica tra Guglielmo Miani (CEO e Presidente di Larusmiani) e Alessandro Tessuto (Presidente di Clerici Tessuto)

“Insieme potremo essere più competitivi e forti nei mercati strategici per il settore del lusso creando nuove collaborazioni che vanno ben oltre la mera somma algebrica delle nostre due realtà”, ha affermato Guglielmo Miani, CEO e Presidente di Larusmiani, nel comunicato ufficiale.
 
Le modalità precise dell’accordo devono ancora essere delineate, ma si sa che le due aziende testeranno nuove tecnologie e tessuti e che a Larusmiani è demandato l’indirizzo creativo del marchio. L’azienda milanese potrà così arricchirsi di nuovi tessuti e raggiungere un numero più elevato di clienti, grazie alla presenza di uffici a Parigi e New York della società comasca. Invece Clerici Tessuto si occuperà dell’aspetto industriale (producendo in particolare i tessuti a base serica che nasceranno dall'agreement), nonché di quello commerciale e distributivo, grazie a una rete vendita che vanta migliaia di clienti nel mondo, prevalentemente all’estero. Clerici potrà inoltre ampliare il proprio portafoglio clienti e l’offerta arricchendosi di una più completa collezione di tessuti maschili per il segmento luxury.

La sede di Clerici Tessuto

“L’obiettivo era creare sinergie fra due grandi realtà tessili per sfruttare al meglio le rispettive competenze: Clerici è più forte nella Donna, Larusmiani nell’Uomo”, ha detto a FashionNetwork Michael Stevanin, Responsabile Divisione Tessuti di Larusmiani. “Intanto, nel 2017 siamo cresciuti del 9% in un anno a livello di fatturato. La previsione 2018 è di ottenere ancora una leggera crescita, per il terzo anno consecutivo”.
 
“Siamo specialisti del cotone, ma due anni stiamo riposizionando la collezione su un segmento premium, con tessuti più articolati e l’utilizzo di fibre nobili”, continua Stevanin. “L’accordo con Clerici ci consentirà di affrontare il mondo serico, visto che la seta è una fibra che usiamo pochissimo. Stiamo pensando di realizzare per la prossima stagione una mini-capsule di tessuti tecnici di lusso, dedicati allo sportswear d’alta gamma, in mischia con la seta”.

Tessuti Larusmiani

Larusmiani vanta una quarantina di dipendenti diretti, ma Stevanin anticipa che nei prossimi mesi saranno effettuate ricerche e assunzioni di figure professionali, anche in ambito dirigenziale, per supportare il potenziamento dell’azienda derivante dalla sinergia.
 
Invece, il fatturato del Gruppo Clerici è stato di 60 milioni di euro nel 2017, dato rimasto stabile anno su anno. "Oltre alla divisione tessile, lavoriamo anche nell’accessorio, ma il core business è l’abbigliamento donna, che genera il 55% del fatturato totale”, ha dichiarato a FashionNetwork Stefano Bernasconi, CEO di Clerici Tessuto & C. S.p.A., gruppo che impiega 300 dipendenti diretti, circa 170 dei quali facenti parte della divisione Clerici Tessuto. “Il giro d'affari è 45% Italia e 55% estero. Francia e Italia sono i primi mercati del nostro gruppo”, ha concluso il CEO.

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter Moda - AccessoriTessileLusso - Prêt à porter Lusso - AccessoriIndustryBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER