L'industria italiana cresce del 3% nel triennio 2017-2019, moda più a rilento (+1,6%)

L'industria italiana segnerà una crescita triennale di oltre il 3% al 2019, con il fatturato in rialzo del 3,2% e il valore aggiunto del 3,1%.

Previsione del fatturato per macrosettore - www.know.cerved.com

È quanto prevede il Cerved che, per il triennio, indica investimenti in crescita dell'8,2%, mentre la redditività, espressa tramite il rapporto tra margine operativo lordo e ricavi, è prevista in crescita dello 0,1%, passando dall'8,4 all'8,5%. In analogo miglioramento la sostenibilità del debito, che scenderà da 3,9 a 3,7 volte il MOL. Stabile al 33,8% invece il rapporto tra patrimonio netto e attivi.

Tra i settori più in salute Cerved indica, quanto a crescita del fatturato, la produzione di mezzi di trasporto (+4,5%), la metallurgia (+4,2%), la logistica e l'elettromeccanica (+3,5% entrambi). Crescita più a rilento per la moda (+1,6%), le aziende agricole (+1,8%) e il comparto informazione e comunicazione (+2%).

Cambia invece il quadro se si considera la sostenibilità del debito, con logistica e trasporti fanalino di coda, con debiti finanziari pari a 8,4 volte il MOL, preceduti dalle aziende agricole, con un moltiplicatore di 6,4, dalle costruzioni (5,4) e dai mezzi di trasporto (4,5). Primeggiano invece Chimica e farmaceutica, con un debito di 1,9 volte il MOL, la tecnologia (2,2), la Moda (2,4) e i servizi (2,6).

Copyright © 2018 ANSA. All rights reserved.

Moda - AltroLusso - AltroIndustryBusiness