Il gruppo Cortefiel trova un partner sul mercato indiano

Il gruppo Cortefiel moltiplica le sue politiche di espansione internazionali. Dopo aver annunciato il concretizzarsi di aperture o di accordi di sviluppo in Messico, in Islanda, in Russia e in Tunisia quest'anno, il gruppo spagnolo ha trovato un partner per entrare in India. L'accordo è stato firmato con il gruppo Tablez Retail per lo sviluppo di 60 negozi Springfield e Women's Secret in 5 anni sui mercati dell'India e dello Sri Lanka.

I primi negozi Springfield e Women's Secret apriranno nel 2017 - Grupo Cortefiel

Tablez Retail è un'emanazione di nuova creazione del gruppo emiratino Tablez Food, specialista dei concept retail di ristorazione. Tablez Retail si propone di importare e sviluppare dei concept e dei marchi d'abbigliamento e lifestyle, soprattutto in India. Di recente ha siglato un accordo per svilupparvi la catena Toys'r us. Tablez fa parte del gruppo Lulu, che ha sede ad Abu Dhabi, il quale gestisce un network di ipermercati in 21 Paesi del Medio Oriente, dell'Africa e dell'Asia. Il suo direttore, Adeeb Ahamed, spiegava recentemente i suoi obiettivi al periodico “Economic Times of India”. Il suo target è di arrivare a un portafoglio di 8-10 marchi entro fine 2017-inizio 2018. Secondo il dirigente, il prossimo potrebbe essere "un marchio di cosmetici di culto di New York".

Si tratta quindi di una partnership di primo piano per Cortefiel, visto che gli specialisti del retail prevedono un'esplosione dei progetti immobiliari commerciali in buona parte del mondo nei prossimi anni. Il primo punto vendita nato da quest'accordo dovrebbe aprire i battenti a Bangalore in un centro commerciale "premium" nell'aprile del 2017.

Il gruppo di Madrid sta però attraversando un periodo delicato dal punto di vista economico. Infatti, è alla ricerca di nuovi fonti di finanziamento per riuscire a rimborsare i propri debiti, arrivati a 1,17 miliardi di euro, che portano con sé problemi di liquidità. Secondo il quotidiano “El Confidencial”, la ristrutturazione del debito condotta all'inizio di quest'anno non è stata sufficiente per risolvere i problemi di liquidità. I proprietari (i fondi CVC, PAI e Permira) hanno tentato senza successo di far entrare la società in Borsa, e poi di procedere ad un'operazione di cessione, che però hanno dovuto ritardare a causa dell'importanza delle passività in relazione alla redditività, ma anche del prezzo elevato richiesto dai fondi.

Ciò nonostante, la direzione del gruppo sta reagendo, sforzandosi di continuare a sviluppare la propria rete commerciale, arrivata oggi a 1.447 punti vendita gestiti direttamente e 648 in franchising, e ad essere presente in 89 nazioni. Cinque le insegne gestite dalla società iberica: Cortefiel, Pedro del Hierro, Springfield, Women'secret e Fifty Factory.

Olivier Guyot ed Elena Campos Valladares (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2017 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

GastronomiaDistribuzioneBusiness