Il cinese Fosun compra l’austriaca Wolford

L’investitore cinese Fosun, che ha appena comprato il francese Lanvin, acquisirà una quota di maggioranza del capitale di Wolford. L’informazione è stata confermata dal marchio di calzetteria, di lingerie e di abbigliamento di alta gamma giovedì mattina. Wolford precisa che la quota di Fosun dovrebbe ammontare al 50,87% del capitale, una volta perfezionata l’operazione.

Collezione primavera-estate 2018 - Wolford

Il marchio Wolford, rinomato soprattutto per i collant, le calze e la biancheria intima, si trova attualmente nel pieno di una fase di ristrutturazione dopo essere andato in perdita più di un anno fa. Una cinquantina di investitori aveva espresso interesse quando i suoi attuali azionisti di maggioranza avevano annunciato l’intento di vendere, l’estate scorsa, tra i quali l'allora CEO, Antonella Mei-Pochtler.
 
Alla fine però, le famiglie storiche proprietarie hanno deciso di accettare l’offerta di Fosun, annunciandolo questa mattina. Il colosso cinese, i cui investimenti sono distribuiti in campi molto diversi, come lo sviluppo immobiliare o le assicurazioni, ha acquisito una quota di maggioranza del marchio francese Lanvin, che sta attraversando grandi difficoltà economiche, poche settimane fa.
 
Con sede a Bregenz, nell’Austria occidentale, e quotata alla Borsa di Vienna, Wolford ha registrato una perdita prima di interessi e tasse di 15,7 milioni di euro nel corso dell’esercizio finanziario chiuso lo scorso aprile. Nel primo semestre dell’esercizio in corso, il marchio è tornato a crescere, registrando una progressione delle vendite del 3,4%, ma rimane in deficit.
 
Per migliorare la situazione finanziaria del brand, Fosun procederà nell’ambito dell’operazione d’acquisto a un aumento di capitale di 22 milioni di euro. La firma dell’accordo è prevista questo 1 marzo, e la transazione dovrebbe essere effettiva dal prossimo 1 maggio, dopo la convalida da parte delle autorità competenti.
 
Gli azionisti di maggioranza dell’azienda austriaca del tessile-abbigliamento, la WMP Familien-Privatstiftung, la Sesam Privatstiftung e la M.Erthal & Co. Beteiligungsgesellschaft (che rappresenta le quote della famiglia fondatrice), avevano annunciato lo scorso giugno la loro intenzione di vendere una quota di maggioranza indefinita di Wolford.

Anaïs Lerévérend con Reuters

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter Biancheria intimaBusiness