Il British Fashion Council rivela i nomi dei 45 finalisti dei “The Fashion Awards”

Il British Fashion Council (BFC) ha annunciato i nomi dei 45 finalisti dei “The Fashion Awards 2017”; in ogni categoria i finalisti sono cinque. L'elenco contiene poche grandi sorprese – con la presenza di molti stilisti di abbigliamento maschile, femminile e accessori nominati per la seconda volta.

Nadjia Swarovski, Natalie Massenet e Caroline Rush

Lanciati nel 1986, i “The Fashion Awards” sono diventati il premio più prestigioso in Europa, nonostante Londra rimanga una capitale della moda meno importante in termini di sfilate in passerella e di presenza di marchi e designer influenti rispetto a Milano e Parigi. I vincitori dei “Fashion Awards 2017” saranno rivelati in una serata di gala organizzata nell’iconica Royal Albert Hall di Londra. Con la presenza preannunciata di circa 4.000 membri del settore lunedì 4 dicembre, l'evento raccoglie fondi per finanziare le future generazioni di talenti della moda.
 
I nomi dei finalisti sono stati rivelati in una conferenza stampa all'interno della Soho House, presentata dal presidente del BFC, Dame Natalie Massenet, dal Chief Executive della medesima associazione, Caroline Rush, e da Nadja Swarovski, in rappresentanza del principale sponsor dell’evento.
 
“Questi stilisti e brand sono stati scelti da una rosa di centinaia di nomi internazionali e rappresentano il talento più creativo e le imprese più innovative dell'anno”, ha detto la Massenet. Mentre la Swarovski ha sottolineato: “Siamo entusiasti di accogliere il mondo della moda a Londra per assegnare questi premi a dicembre, che ancora una volta raccoglieranno fondi per la prossima generazione di talenti tramite la Education Foundation del BFC. I giovani designer sono il cuore pulsante della nostra attività, e spetta a tutti noi promuovere e supportare la loro visione”.
 
Nelle categorie più seguite, quella di stilista dell’anno, “International Designer of the Year”, vede nel quintetto in finale Alessandro Michele, Jonathan Anderson per Loewe, Maria Grazia Chiuri, Phoebe Philo e Raf Simons. Invece, il premio di “British Designer of the Year – Womenswear” vede affrontarsi Christopher Kane, Erdem Moralioglu di Erdem, Jonathan Anderson per il proprio brand JW Anderson, Roksanda Ilincic e Sarah Burton di Alexander McQueen. Nella categoria “Menswear Designer of the Year”, la competizione sarà fra Christopher Bailey, Craig Green, Grace Wales Bonner, Martine Rose e ancora Jonathan Anderson. Ricordiamo che Anderson ha vinto entrambi questi premi lo scorso anno.
 
Molto probabilmente, la battaglia più combattuta sarà per il titolo di “Business Leader”, con in gara Adrian Joffe di Dover Street Market, Guram Gvasalia per Vetements, José Neves per Farfetch, Marco Bizzarri per Gucci e Ruth e Tom Chapman per Matchesfashion.com – tutti coloro che sono stati protagonisti di spettacolari risultati nel corso dell'ultimo anno sono in questa lista.
 
Il premio alla modella dell’anno, “Model of the Year”, quest’anno vede in finale due sorelle: Bella e Gigi Hadid, insieme alla figlia di Cindy Crawford, Kaia Gerber, alla modella canadese e portavoce sociale Winnie Harlow, istantaneamente riconoscibile per la sua pelle con la vitiligine, e alla modella locale Adwoa Aboah.
 
Circa 2.000 membri dell’industria della moda hanno votato le loro preferenze per le diverse categorie, che comprendono anche: “British Emerging Talent – Menswear”; “British Emerging Talent – Womenswear”; “Urban Luxe Brand”, una nuova categoria con cinque marchi non britannici, Fenty Puma by Rihanna, Gosha Rubchinskiy, Off-White, Supreme e Vetements. Altri premi saranno consegnati nella serata di gala, che tradizionalmente includono il riconoscimento “Isabella Blow Award for Fashion Creator”, e il “Creative Campaign and Outstanding Achievement Award”, che lo scorso anno è andato a Karl Lagerfeld. 

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2017 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter Creazione