IEG e Federpreziosi insieme per sostenere il sistema orafo-gioielliero italiano

Il player fieristico leader in Italia IEG, nato dalla fusione avvenuta nel 2016 tra le fiere di Vicenza e Rimini, e Federpreziosi, la Federazione Nazionale delle Imprese Orafe Gioielliere Argentiere Orologiaie, hanno rinnovato il protocollo d’intesa della durata di due anni in occasione della rassegna Vicenzaoro January, conclusasi con un +10% di visitatori rispetto alla passata edizione di gennaio 2017.

Giuseppe Aquilino e Corrado Facco

“Con questa partnership IEG rafforza il proprio ruolo di piattaforma del sistema orafo e gioielliero italiano”, ha commentato il direttore generale di IEG Corrado Facco, che ha proseguito spiegando come sia “importante sottolineare che quanto più forti e profonde sono le alleanze tra i diversi attori che rappresentano il mondo del gioiello italiano, maggiori sono le opportunità che si aprono per l’intera filiera”.
 
Con questo accordo, Italian Exibition Group e la Federazione intendono consolidare ulteriormente le sinergie tra i format espositivi Vicenzaoro, Oroarezzo e VOD Dubai e il settore di riferimento, in una fase in cui il comparto, sempre più ambasciatore dello stile italiano nel mondo, necessita di alleanze e di innovazione per rispondere alla crescente competizione sui mercati internazionali. 
 
«Si riconferma un rapporto ultraventennale e si rafforza l’impegno congiunto di due istituzioni di riferimento, che non solo garantirà reciproci vantaggi in termini di promozione delle rispettive attività, ma soprattutto potenzierà la formazione e anche la realizzazione di ricerche e iniziative di monitoraggio del comparto volte allo sviluppo e alla crescita di tutto il settore orafo gioielliero italiano”, ha sottolineato Giuseppe Aquilino, Presidente di Federpreziosi Confcommercio, ente che raggruppa circa 8.000 aziende orafe tra dettaglianti, grossisti, rappresentanti, commercianti di pietre preziose, artigiani e fabbricanti.

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

GioielleriaIndustry