HoMi: Alessi, “en plein” di novità su online, retail, internazionalizzazione, licensing e prodotto

Alessi, brand di punta del design italiano, ha in programma numerosi progetti per i prossimi mesi, che vanno dalla sfera digitale, al retail, dall’internazionalizzazione del brand fino al licensing e a novità di prodotto. Li racconta a FashionNetwork.com Matteo Alessi, CCO Europe & North America di Alessi S.p.A., incontrato in occasione di HoMi.

La nuova linea Extra Ordinary Metal presentata da Aless a HoMi - Foto: Elena Passeri - FashionNetwork.com

“Sul fronte retail, abbiamo creato lo scorso maggio il nuovo ruolo di Retail Manager, con l’obiettivo innanzitutto di sviluppare il modello giusto di retail per Alessi e poi di far crescere il canale. I punti vendita diretti sono per noi fondamentali, in quanto sono il collegamento con la nostra clientela”, ha spiegato Alessi. “Attualmente abbiamo 10 negozi monomarca, di cui 2 in Italia, a Milano. A novembre inaugureremo uno spazio di 100 metri quadrati presso Fico Eataly World a Bologna, che ci darà opportunità di visibilità a livello internazionale, così come già succede da Eataly a New York, che esclusi i nostri store diretti rappresenta il punto vendita numero uno per Alessi negli USA. Proprio a New York stiamo pensando di cambiare il nostro approccio distributivo, provando ad avere più negozi piccoli piuttosto che uno solo di grandi dimensioni; per il 2018 prevediamo inoltre una nuova apertura a Londra. Anche la Francia è un mercato importante: siamo presenti nei principali department store, nelle sedi di Parigi con nostro personale; nella capitale francese abbiamo inoltre due monomarca. Stiamo spingendo molto sul Far East: siamo stati la prima azienda del design italiano ad essere presente su Tmall, con l’obiettivo di creare brand awareness online per poi pensare ad aprire negozi fisici in Cina”.

Parlando di digitale, Alessi lancerà a breve il nuovo sito Internet, che riunirà web istituzionale ed e-commerce, in modo da sfruttare al meglio le potenzialità offerte dalla Rete non solo in termini di vendita e comunicazione, ma anche di contatto diretto con il cliente.

Alessi Extra Ordinary Metal - Foto: Luca De Santis

“Sul fronte del licensing, dallo scorso anno abbiamo accordi di distribuzione con Max Benjamin, brand di diffusori per ambienti che distribuiamo in diversi Paesi europei, Boneco (umidificatori) e Kitchenaid (elettrodomestici da cucina) che invece distribuiamo solo in Italia”, ha spiegato Alessi. “Per il 2018 vogliamo concentrarci su questi brand, ma poi saremo aperti a nuove collaborazioni, anche bilaterali, ad esempio con qualche partner asiatico che voglia essere distribuito in Europa e possa distribuire i nostri prodotti in Asia. Stiamo anche valutando di riprendere a dare in licenza il marchio Alessi: oggi abbiamo un progetto di accessori per il bagno, in passato abbiamo avuto orologi, occhiali, penne; vorremmo collaborare con un’agenzia specializzata in licensing che possa individuare le partnership più idonee al nostro marchio”.

Da segnalare anche la collaborazione con Delta Airlines, partita ad aprile, che prevede che su tutti i voli della compagnia i passeggeri di first e business class utilizzino accessori Alessi: “ciò significa che circa 2,5 milioni di passeggeri all’anno avranno in mano i nostri prodotti; stiamo lavorando alla possibilità che vengano acquistati direttamente in aereo. La partnership ha una durata di 7 anni e un’esclusiva di 3; al termine di questo periodo saremo aperti a valutare collaborazioni con altre compagnie aeree”.

Infine, sul fronte prodotto, Alessi presenta a HoMi la nuova linea “Extra Ordinary Metal”, frutto della ricerca portata avanti dall’azienda negli ultimi anni non solo sulle forme, ma sulle superfici dei metalli. “Abbiamo studiato un’antica tecnica di lavorazione orafa, la granulazione etrusca, che consiste nel saldare piccole sfere di metallo su una superficie sempre di metallo, ottenendo effetti tridimensionali”, ha spiegato Alessi. “Abbiamo personalizzato in questo modo degli oggetti già presenti a catalogo (vassoi, cestini, sottopiatti, ecc.); siamo partiti con 16 prodotti ma espanderemo la collezione con altre proposte e altre tipologie di lavorazione. La nuova linea sarà disponibile nei negozi per Natale, con una fascia prezzo superiore di circa il 15/20% rispetto ai prodotti in catalogo senza questo particolare finissaggio”,

Alessi ha chiuso il 2016 con un fatturato consolidato, compresi i marchi distribuiti, di 72 milioni di euro. “Nel 2017 abbiamo realizzato molti cambiamenti, che nel breve periodo potranno avere impatti sul fatturato. Prevediamo quindi una chiusura d’anno in leggero ridimensionamento, ma nel 2018 vogliamo tornare a crescere puntando sullo sviluppo del digitale e del retail e sulla rifocalizzazione di tutto l’ambito b-to-b, dalla regalistica al contract, quest’ultimo in particolare in forte sviluppo e con molto potenziale che intendiamo sfruttare”.

Copyright © 2017 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Arte della tavolaDistribuzione