Hermès si concede un anno record, a oltre 5,5 miliardi di euro di fatturato

Le vendite di Hermès hanno raggiunto un nuovo record nel 2017, arrivando a 5,5 miliardi di euro, nonostante un rallentamento nell’ultimo trimestre, permettendo al gruppo del lusso di confermare le sue prospettive "ambiziose" a medio termine.

Il nuovissimo negozio del marchio francese a Hong Kong - Hermès

"Il 2017 è stato un anno buono, in cui abbiamo accelerato la nostra crescita, che ancora una volta è superiore a quella media del settore. C’è un contributo molto equilibrato tra le attività commerciali e le aree geografiche", si è rallegrato il presidente del gruppo Axel Dumas, giovedì in una conferenza telefonica.
 
Secondo lui, "Hermès dimostra la propria solidità anno dopo anno", nonostante un contesto "molto instabile e volatile" e "il rafforzamento delle incertezze economiche, geopolitiche e monetarie nel mondo".
 
Il sellaio-pellettiere di faubourg Saint-Honoré realizza un fatturato di 5,55 miliardi di euro, quasi in linea con il consensus stabilito da Factset e Bloomberg, che puntavano rispettivamente su 5,57 e 5,56 miliardi.
 
La crescita a dati pubblicati è del 6,7%. A dati organici essa è dell’8,6%, superiore all’esercizio 2016 (+7,4%), una crescita "particolarmente sana, poiché si basa essenzialmente su un aumento dei volumi", ha sottolineato il gruppo nel suo comunicato.
 
Il produttore delle famose sciarpe di seta e delle borse “Birkin” e “Kelly” ha però sperimentato un rallentamento nel quarto trimestre, con una crescita pubblicata negativa di un -0,4% e una crescita organica del 4,6%, principalmente dovuta a degli stock "un po’ bassi a causa della domanda molto elevata", secondo Axel Dumas.

La sua attività principale, la ‘Pelletteria e Selleria’ – pliastro del gruppo – è cresciuta del 9,7% lo scorso anno (a dati organici), a 2,8 miliardi di euro, "in linea con le nostre attese", ha sottolineato Dumas.
 
“C'è una richiesta molto alta di borse, e per soddisfarla continuiamo ad adottare i nostri piani per aumentare le capacità”, ha aggiunto, ricordando che due nuove manifatture apriranno nel 2020.
 
Il gruppo pubblicherà il 21 marzo i propri risultati annui. Nel 2016 ha superato il limite del miliardo di euro di utile netto, ottenendo una redditività operativa a livelli storici.
 
Giovedì, Hermès ha indicato che la sua " redditività operativa nel 2017 dovrebbe essere vicina al livello record raggiunto nel primo semestre del 2017", quando il margine operativo aveva raggiunto il 34,3%.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2018 AFP. Tutti i diritti riservati.

Lusso - AccessoriLusso - AltroBusiness