Hermès aprirà due nuove pelletterie in Francia

Il gruppo francese del settore del lusso Hermès ha annunciato lunedì scorso la costruzione di due nuove pelletterie in Francia entro il 2020 per rafforzare la propria capacità produttiva, con la creazione, a regime, di circa 500 posti di lavoro.

Nell'atelier Hermès di Héricourt (dipartimento dell'Alta Saona) - AFP/Sébastien Bozon

Un primo stabilimento per la lavorazione di prodotti in pelle sarà aperto a Saint-Vincent-de-Paul, nel dipartimento della Gironda, mentre il secondo sarà costruito a Montereau-Fault-Yonne (dipartimento Senna e Marna), dove Hermès è presente dal 1996 a seguito dell'acquisizione delle concerie Gordon Choisy, precisa un comunicato.
 
Questi due stabilimenti, una volta ultimati, impiegheranno ognuno 250 artigiani pellettieri, esperti di selleria e lavorazione del cuoio, aggiunge la nota.
 
In un mercato mondiale del lusso dominato dai gruppi francesi, Hermès in questi ultimi anni ha realizzato delle performance commerciali e finanziarie superiori a quelle dei suoi principali concorrenti. Nell’esercizio 2016 ha varcato per la prima volta la soglia del miliardo di euro di utile netto, con vendite annuali record per 5,2 miliardi di euro, trascinate in alto dai business di punta del gruppo, la pelletteria e la selleria.
 
Il pellettiere-sellaio transalpino impiega oltre 12.000 persone nel mondo e vanta 307 negozi esclusivi, 210 dei quali gestiti direttamente. Dopo una crescita delle vendite nel primo trimestre di quest’anno, il patron del gruppo Axel Dumas aveva affermato che Hermès avrebbe continuato “le assunzioni con 250 nuovi artigiani all’anno”.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2017 AFP. Tutti i diritti riservati.

Lusso - AccessoriLusso - AltroIndustry