HSA punta forte in Italia e Asia sui brand Guudcure ed Eslabondexx

Dopo aver sempre puntato maggiormente sui Paesi esteri (il fatturato 2017 è stato prodotto per l’80% all’export), l’azienda lombarda HSA Cosmetics, che produce cosmetici per i capelli e la pelle, realizzati per conto di terzi o con brand di proprietà, torna a puntare sul mercato italiano, pur continuando a curare l’espansione internazionale, soprattutto in Asia.

Eslabondexx, la gamma "Nio-Protect Technology" - HSA Cosmetics

“A livello corporate, l’azienda produce per circa 150 brand in tutto il mondo, da San Francisco a Tokyo, ma è poco conosciuta nel nostro Paese. Era giusto dunque far conoscere questa classica storia italiana di "successo familiare" anche sul nostro territorio”, afferma Paolo Delle Piane, Strategic Marketing Director di HSA, gruppo nato nel 1982 con sede a Bisuschio (VA) e fondato dalla famiglia Zanzi.
 
All’ultimo Cosmoprof, HSA ha rilanciato l’immagine societaria con nuovo stand, nuovo sito e l’investimento di 8 milioni di euro per aggiungere una nuova sede di 5.000 metri quadri dedicata solo ai brand di proprietà, nuovi laboratori e un impianto produttivo, che si aggiungono ai precedenti 45.000 mq. della sede sociale.
 
Oltre al rebranding aziendale, HSA lancia novità su due dei quattro marchi di proprietà: Eslabondexx, di haircare, e Guudcure, di skincare (gli altri due sono Silky e Nouvelle, entrambi dedicati alla cura dei capelli).
 
Eslabondexx, lanciato due anni e mezzo fa, è stato uno dei primi brand a livello mondiale a introdurre il concetto di ‘Plex’, cioè quelle tecnologie che servono a proteggere il capello durante i trattamenti chimici. Oggi si è evoluto introducendo linee dedicate allo styling protettivo della longevità del capello. Guudcure ha invece un approccio formulativo che l’azienda definisce clean beauty, “che prevede l’inserimento di ingredienti naturali, senza per forza trascendere nel campo della cosmetica vegana o biologica, ma utilizzando anche prodotti di sintesi che non siano dannosi né per l’uomo né per l’ambiente sulla base di prove scientifiche. No al greenwashing di facciata, insomma”, puntualizza Delle Piane.
 
Il fatturato 2017 di HSA Cosmetics è stato di 40 milioni di euro, +7% sul 2016, con un Ebitda del 23%, che sta consentendo questi forti investimenti strutturali. L’85% è ottenuto nell’haircare, il 15% nello skincare. La previsione di crescita è in doppia cifra per quest’anno. Il 90% è ottenuto all’estero, il 10% in Italia. L’80% con l’attività contoterzista di private label e il 20% con i 4 marchi di proprietà, percentuale che l’azienda pensa in un triennio di portare a un 60%-40%.
 
HSA è diffuso in oltre 3.000 saloni di parrucchieri worldwide in 90 Paesi e 5 continenti; solo in Ucraina i clienti sono 600. Con lo skincare, il gruppo varesino sta aprendo diversi nuovi mercati, come Pakistan, Iran e Messico. Sia come distribuzione dei brand di proprietà sia per quanto riguarda l’attività come private label, nell’haircare (le tinte per capelli rappresentano la massima expertise aziendale), la Germania rappresenta il primo mercato di HSA, seguita da Ucraina e Iran. A breve si punterà anche sulla Cina. Nello skincare l’Iran, il Pakistan e l’Iraq danno molte soddisfazioni, “perché quello di Guudcure è un prodotto che si sposa benissimo con il mondo farmaceutico professionale”, afferma Delle Piane.

Guudcure, la gamma "Age Balance" - HSA Cosmetics

“Mentre in Italia e in Europa Guudcure è posizionato nelle profumerie selettive, in questi altri Paesi, come in quelli del Golfo Persico, il brand è invece molto ricercato nel mondo dei saloni di dermocosmesi evoluta, che è collegato direttamente con i canali della chirurgia plastica e della cosmetica medicale”. I tre marchi di haircare di HSA sono invece diffusi solo nei saloni professionali. Delle Piane anticipa inoltre che HSA sta per firmare un contratto per svilupparsi in India.
 
“Con il marchio di skincare Guudcure, per il quale la diffusione è appena iniziata, puntiamo di arrivare a creare in Italia circa 100 corner in un anno all’interno di punti vendita di prodotti di bellezza”, rivela poi il manager. “In altre 4 nazioni puntiamo a fare altrettanto, anche se con alcune differenze locali. In Messico, per esempio, sta iniziando la distribuzione di Guudcure nei department store locali, che hanno dimensioni grandissime, quindi il numero di corner sarà più esiguo, ma il volume di vendite più elevato”.
 
A livello retail, il gruppo varesino sta anche progettando un salon concept con il brand Eslabondexx. “Nell’arco di 3 mesi nascerà a Varese il nostro primo salone totalmente personalizzato con un preciso progetto di layout, grafica, formazione e servizio, che sarà poi esportato in tutto il mondo”, puntualizza infatti Paolo Delle Piane. Il salone sarà aperto in collaborazione con il gruppo Dorsi, con il quale HSA sta anche portando a termine un progetto innovativo insieme alla loro accademia di formazione per creare la categoria per parrucchiere ed estetiste in seno all’API-Associazione Piccole e Medie Industrie. “Invece che parlare di artigiani che seguono il mondo della bellezza, partiremo dal prossimo maggio con un’idea più imprenditoriale e industriale. Un progetto-pilota unico al momento in Italia, ma che puntiamo a replicare in tutto il nostro Paese”, conclude il Marketing Manager.

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

CosmeticiSaloni di bellezzaDistribuzioneBusiness