Gucci Garden rivela due nuove sale

Il Gucci Garden, sede della maison situata nel trecentesco Palazzo della Mercanzia, a Firenze, apre il 12 giugno due nuove sale nella galleria, dedicate alla cantante finlandese Bjork, in versione 'fata' grazie ad una creazione spettacolare ideata per lei dal direttore creativo della maison, Alessandro Michele, ed esposta per l'occasione al pubblico.

ANSA

Sempre la sera del 12, restando sul tema garden, il presidente di Gucci, Marco Bizzarri, e il direttore delle Gallerie degli Uffizi, Eike Schmidt, visiteranno le aree del Giardino di Boboli in cui sono stati effettuati i primi interventi realizzati grazie alla donazione di Gucci, che nell'aprile 2017 ha sottoscritto il progetto “Primavera di Boboli”, promosso dal ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo e patrocinato dal Comune di Firenze. Il progetto prevede una partnership con le Gallerie degli Uffizi per il restauro e la valorizzazione del patrimonio botanico del Giardino di Boboli, attraverso un impegno pari a 2 milioni di euro da parte della maison, da erogare a favore delle Gallerie degli Uffizi nell'arco di tre anni. Il Giardino di Boboli, con i suoi 33 ettari, rappresenta un tessuto unico al mondo tra sculture, architetture, paesaggi e piante, che risale nelle parti salienti al Cinquecento, con un ecosistema unico composto anche da piante arrivate in Toscana secoli fa da tutti gli angoli del globo.

Tornando all'abito indossato da Bjork nel suo video “The Gate”, che accompagna il primo singolo dell'album Utopia, uscito lo scorso anno, si tratta di un vero capolavoro di Alessandro Michele. Nel nuovo spazio espositivo del Gucci Garden il vestito evanescente come un'apparizione divina domina la scena di una delle due sale. Si tratta di una costruzione architettonica che fa pensare ad un ectoplasma, ad un angelo o a una fata appunto, che ha richiesto 550 ore di lavorazione per la realizzazione, più 320 ore per i ricami firmati da James Merry.

L'abito combina cinque metri di PVC iridescente plissettato e 20 metri d'organza di lurex, crepe de chine e jersey di seta plissé. La canzone del video visibile in un'altra sala del Gucci Garden, a Firenze, descrive il senso di questa apparizione: la riscoperta dell'amore. In particolare, il suggestivo abito disegnato da Alessandro Michele dà forma in maniera figurativa al superamento della sofferenza di Bjork e alla sua trasformazione in una creatura magica che irradia amore.

Le due nuove sale "sono due period room", precisa la curatrice della Galleria Maria Luisa Frisa. Nello spazio dove campeggia l'installazione dedicata a Bjork, sono presenti anche l'abito rosa con strascico indossato dalla cantante finlandese in una sfilata di Gucci e una serie di oggetti inediti come le maschere ricamate da James Merry e alcuni libri preziosi collegati al mondo immaginario evocato dal video e dall'abito 'fatato'.

Al piano sottostante, nella boutique, un tavolo con libri e riviste dedicate a Bjork incluso il catalogo pubblicato per lei nella mostra del 2015 del MoMa. Il Gucci Garden presenta inoltre una serie di articoli, shopping in tessuto e T-shirt firmate dall'artista britannica Isabella Cotier, che ha riportato sui capi le sue illustrazioni dedicate a Firenze, alle sue strade e ai sui abitanti.

Infine, nella saletta Cinema da Camera, al primo piano del palazzo, viene proiettato un nuovo episodio di Zeus Machine, film che Zapruder Film makers Group ha dedicato ad Ercole, l'eroe delle leggendarie fatiche. Il nuovo episodio, intitolato Kolossos, si svolge nella palestra dell'Atletico Faenza, il primo e più noto club di Lotta Olimpica d'Italia.

Copyright © 2018 ANSA. All rights reserved.

Lusso - AltroDistribuzione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER