Giorgio Fedon & Figli ha abbandonato la quotazione alla Borsa di Parigi

Lo scorso 14 settembre è stato l’ultimo giorno di quotazione del titolo di Fedon, la storica azienda di pelletteria che produce dall'astuccio per occhiali alla borsa da viaggio, nell’indice borsistico Euronext Paris. Oggi quindi, le azioni di Fedon sono negoziabili esclusivamente a Piazza Affari a Milano, su AIM Italia, il mercato di Borsa Italiana dedicato alle piccole e medie imprese italiane.

Da sinistra: Callisto Fedon, Presidente, e Maurizio Schiavo, AD - Giorgio Fedon & Figli

La società Equita SIM sarà a disposizione degli azionisti francesi presso Euroclear fino al 31 dicembre 2017 per l’acquisto massimo di 99 azioni per ciascuno, qualora ci fosse un residuo a seguito della procedura di vendita volontaria conclusasi il 5 settembre 2017, precisa un comunicato.
 
Sono "mutate le condizioni di mercato", ha riferito all’agenzia Ansa l'assemblea straordinaria del gruppo bellunese che ha preso la decisione, con il management di Giorgio Fedon & Figli che si è però definito fiducioso perché i risultati possano migliorare nel 2° semestre dell’anno.
 
Del resto, non erano stati incoraggianti i risultati economici del primo semestre del 2017 per il gruppo bellunese, che aveva registrato ricavi per 33,65 milioni di euro, in flessione rispetto ai 35,85 milioni ottenuti nel 1° semestre dell’anno scorso. L’utile si era ridotto addirittura a soli 5 mila euro dai 606 mila precedenti. A fine giugno, l’indebitamento netto della società era cresciuto fino a a 8,24 milioni di euro, dai 6,14 milioni dell’inizio dell’anno, in seguito all’incremento del capitale circolante.
 
La società con sede a Pieve d’Alpago (BL) si trova a capo di un gruppo internazionale con stabilimenti in Italia, Romania e Cina e filiali anche in USA, Francia, Germania e Hong Kong, e conta circa 1.600 dipendenti.

Copyright © 2017 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - AccessoriBusiness