Giorgio Armani presenterà la prossima sfilata di Emporio all'hangar di Linate

Dopo le sfilate-evento di Parigi e Londra degli anni passati, questa volta le collezioni Emporio Armani uomo e donna per la prossima primavera/estate sfileranno all'hangar dell'aeroporto di Milano Linate, per la prima volta aperto alla moda. L'appuntamento, battezzato “Emporio Armani Boarding”, è fissato per il prossimo 20 settembre e si concluderà, viene anticipato dalla maison, con la performance di una pop star internazionale.


"L'aeroporto”, ha dichiarato Giorgio Armani, “è un luogo dal grande potere simbolico: senza barriere, rappresenta l'apertura verso l'esterno, verso il mondo. È il luogo di partenza per conoscere e scoprire, e al quale si torna dopo aver vissuto innumerevoli avventure. Mi piaceva l'idea di organizzare l'evento proprio nello stesso hangar sul quale dal 1996 campeggia la scritta Emporio Armani, sormontata dall'inconfondibile logo dell'aquila: un'immagine iconica che accompagna e accoglie le migliaia di viaggiatori in partenza o in arrivo in città. È uno spazio perfetto per Emporio Armani che possiede uno spirito intraprendente e libero e che riafferma così la propria essenza, con il suo linguaggio contemporaneo".
 
La sfilata, con 2.300 invitati, sarà anche aperta al pubblico, che potrà accedere all'hangar attraverso un contest speciale che si svolgerà come un gioco in tutta la città. I primi cento estratti, tra coloro che avranno raccolto i timbri in un apposito “passaporto”, potranno prendere parte alla serata.
 
L'evento è anticipato da una campagna di affissioni e dalla personalizzazione dell'aeroporto di Linate, di tram e autobus in tutta la città, ed è accompagnato da una capsule collection Emporio Armani Boarding: felpe, T-shirt e accessori a tema, in vendita dal 13 settembre a Milano e in una selezione di negozi Emporio Armani mondiali, oltre che sull’e-commerce del marchio italiano, il quale, lanciato nel 1981 come linea rivolta ai giovani, oggi funziona come un hub ispirato ad un’attitudine urbana.
 
Sebbene nato a Piacenza, nessun designer rappresenta Milano nell'immaginario popolare più dell'84enne Armani. Inoltre, l’hangar-logo fa ormai parte della memoria collettiva dei milanesi ed è uno dei luoghi legati all’immaginario di Emporio Armani che rappresentano una "geografia" del marchio, come Via Broletto, il cui poster gigante del 1984 è divenuto parte integrante dell'iconografia urbana di Milano, o ancora Via Durini, dove il marchio ha aperto la prima boutique nel 1981, o Via Bergognone, con l’Armani/Teatro, che accoglie le sfilate della casa di moda, e Via Manzoni 31, col suo concept store e l’Emporio Armani Caffè.

Godfrey Deeny con Ansa

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Lusso - AltroSfilate
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER