Gattinoni alle Terme di Diocleziano tra femminismo e femminilità

Femminismo e femminilità, passato e futuro e un omaggio alle donne da Gattinoni che presenta questa sera la sua collezione “Heritage” nell'Aula Ottagona Ex Planetario delle Terme di Diocleziano.

Gattinoni Haute Couture Collection 2018 - Instagram/Gattinoni

Il direttore creativo della storica maison, Guillermo Mariotto ha rivisitato l'archivio dell'atelier fondato da Fernanda Gattinoni e ora sotto tutela del Ministero dei Beni Culturali, rielaborando i capi iconici per un nuovo guardaroba no season e unisex, un meraviglioso storytelling che profuma di Heritage.

Risultato ottenuto "selezionando 60 outfits su oltre mille abiti” ha racconta Mariotto, “ridisegnati con l'aiuto di una fashion stylist". Ma complice l'attualità che è nelle corde della Gattinoni da sempre, il couturier ha pensato anche al coraggio delle donne di ribellarsi alla violenza. "Io adoro le donne. Vivo e creo per loro”, ha spiegato. “Mi rifiuto di pensare che possano essere ancora oltraggiate, maltrattate". Così detonatore il caso Weinstein Mariotto ha aderito a “We Do It Together” #wedoittogether, casa di produzione no profit che unisce uomini e donne per rafforzare il ruolo della donna, a “Time's Up” #timesup, associazione che denuncia ogni forma di abuso taciuto, e a “Me Too” #metoo, hashtag divenuto virale che invita le donne a rompere il silenzio. Mariotto ha deciso quindi di portare in passerella quattro donne speciali, simboli di coraggio e icone di charme: Gessica Notaro, Gloria Guida, Elisabetta Dessy e Isabella Albonico.

Con loro anche tre modelli internazionali, tra i quali il sex symbol Stefano Sala, che indossano nuove vestaglie in satin ricamate, con colli in piume o pellicce, capi unisex che Mariotto chiama French Coat. Le donne Gattinoni indossano baschi e cappelli a falda larga, modello Fedora, realizzati da Doria 1905, con insolente spavalderia, alla maniera di Oriana Fallaci. Rubano le camicie ai propri uomini e le ingentiliscono con polsini in voile over.

Apre la sfilata un modello Heritage, la giacca ricamata con la chiave di violino. Ecco Gessica Notaro è in shorts e giacca sexy tutta un ricamo su tulle. Gloria Guida indossa i pantaloni gaucho e il bolero con lunghe frange di budellino di tessuto. Betty Dessy un completo in pelle e broccato. Isabella Albonico è in pantaloni cargo principe di Galles, camicia in seta e corsetto in cuoio stretto sul suo punto vita ancora di 59 cm. In testa una scoppola.

È un'eleganza sofisticata e regale, come i camei che la donna Gattinoni ama collezionare. Preziosi oggetti del passato, da portare come ereditati, realizzati in esclusiva da Gianni de Benedittis del brand FuturoRemoto. Nuovi anche i marsupi, fanny pack, che cingono il corpo. Si allacciano al ventre come macro cinture "no castigo" pur sempre regali come i gioielli. Sfilano chiffon e trasparenze con applicazioni di pizzo macramè o perle, colli importanti, giacche traforate, plissé, maglie tricot in lana e pelliccia, pantaloni cargo, pratici e trendy. E per la sera sete e velluti, pizzo, abiti ricamati, fiori e motivi geometrici, stampati con vegetazioni lussureggianti.
   

Copyright © 2018 ANSA. All rights reserved.

Lusso - Prêt à porter Lusso - AltroSfilate