Foot Locker cresce per il settimo trimestre consecutivo

Nel corso dei primi nove mesi del suo esercizio 2011, Foot Locker Incorporated ha aperto 52 boutique a livello mondiale. Tuttavia, nello stesso periodo ha chiuso 76 negozi, mentre altri 147 sono stati oggetto di un restyling. Al 29 ottobre, il brand poteva così contare su un parco di 3.402 store in 22 Paesi. Vale a dire 72 in meno di un anno prima. L'azienda Foot Locker è maggioritaria, ma il gruppo comprende anche i brand Footaction, Lady Foot Locker, Kids Footlocker, CCS e Champs Sports.

Foot Locker
Il giocatore di pallacanestro dei Milwaukee Bucks Brandon Jennings impegnato in una pubblicità Foot Locker. Foto: Foot Locker

Una strategia che sembra portare i suoi frutti. "Sono felice di annunciare il nostro settimo trimestre consecutivo di forte crescita nelle vendite e nei profitti”, sottolinea in un comunicato Ken Hicks, PDG del gruppo newyorchese. “Stiamo continuando a diversificare e a consolidare molti aspetti della nostra attività, fra cui il mix di prodotti, la differenziazione dei nostri brand e l’integrazione dei nostri canali distributivi”.

Sul terzo trimestre 2011, chiusosi il 29 ottobre, il gruppo ha fatto registrare una crescita di quasi il 9% delle proprie vendite, con il dato che ha raggiunto gli 1,03 miliardi di euro (1,394 miliardi di dollari USA). A perimetro comparabile, la crescita è del 7,4%. Il gruppo, che ha ampliato la propria presenza internazionale, arricchendola con 26 negozi che gli hanno fatto raggiungere la cifra totale di 776 store, vede crescere del 44% anche il suo utile prima delle imposte rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, per un ammontare di 77 milioni di euro.

Olivier Guyot (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

SportBusiness