Firenze: cresce il turismo extra-Ue, +6% di vendite Tax Free

Il fascino di Firenze è intramontabile e la culla del Rinascimento continua a essere meta dei viaggi dei turisti internazionali, che rappresentano un'opportunità preziosa per lo sviluppo dell'economia e del turismo locale. E in dieci anni la presenza a Firenze dei turisti cinesi, americani e russi si è via via consolidata. Questo uno dei trend, che emerge dall'analisi condotta da Global Blue, società leader per i servizi Tax Free Shopping, presentata ieri nell'incantevole cornice di Palazzo Strozzi nel corso dell'evento "Firenze e il turismo extra Ue".

Tax Free Shopping - Facebook/Global Blue

Durante quest'occasione, Global Blue ha presentato i risultati di un'analisi sui principali flussi turistici in città per condividere prospettive e strategie per il retail fiorentino. Ha aperto i lavori Leonardo Ferragamo, Presidente dell'Associazione Partners di Palazzo Strozzi, e sono intervenuti: Stefano Rizzi, Country Manager Global Blue Italia, Marco Carrai, Presidente Toscana Aeroporti SPA, Francesco Bechi, Presidente Federalberghi Firenze e Franco Barbieri Ripamonti, fondatore di Upcademy. Ha chiuso i lavori Paola Concia, Assessore al turismo, marketing territoriale e attrazione di investimenti del Comune di Firenze.

I dati di Global Blue hanno evidenziato come a Firenze nei primi 9 mesi del 2017 le vendite Tax Free siano cresciute del 6% rispetto allo stesso periodo del 2016, cifra in linea con quanto fatta registrato in Italia (+8%). Dati positivi per le categorie merceologiche: "moda&Abbigliamento" +6% a Firenze e +8% in Italia, bene anche "Gioielli&Orologi" con un +4% a Firenze e un +7% nel Bel Paese.

Da gennaio a settembre i Cinesi si sono confermati prima nazionalità (28% del totale) presente nel capoluogo toscano con acquisti Tax Free in crescita del 5% (rispetto allo stesso periodo 2016). Hanno seguito gli Americani (20%) e i Russi (9%) con un incremento in termini di Tax Free Shopping rispettivamente del 3% e del 41%.

Il dettaglio dell'analisi Global Blue fa emergere un dato significativo in termini di nazionalità: nei primi nove mesi del 2017, infatti, i turisti americani e cinesi hanno dimostrato tendenze diverse in termini di mete italiane scelte per lo shopping: i primi hanno fatto acquisti Tax Free in maniera pressoché omogenea a Roma (23%), Milano (22%) e Firenze (21%), i secondi, invece, hanno prediletto principalmente Milano (38%) e a seguire Roma (18%), Firenze (9%) e Venezia (6%).

Fonte: APCOM

TurismoLusso - AltroDistribuzione