Excelsior Milano e Antonia si separano

I rumour che già da qualche mese parlavano di una probabile rottura tra il multibrand store milanese Antonia ed Excelsior Milano, deparment store del lusso appartenente al gruppo Coin, sono stati confermati da un comunicato che ha annunciato il termine della loro collaborazione per la fine di dicembre 2017. Una decisione “presa congiuntamente dopo 6 anni di collaborazione”, precisa la nota ufficiale.

Il department store del lusso Excelsior Milano - Gruppo Coin

Antonia Giacinti, celebre buyer milanese e fondatrice nel 1999 della boutique Antonia, era stata reclutata nel 2011 dal gruppo italiano, che oltre ai grandi magazzini Coin detiene anche una partecipazione minoritaria della catena OVS.

L’azienda le aveva affidato il ruolo di direttore artistico del suo nuovo concept Excelsior, così come la gestione di tre boutique di moda donna, uomo e accessori a insegna Antonia all’interno del department store, che occupavano gli ultimi tre piani, su sette in totale, dell’edificio.
 
Sembrerebbe che alcuni dissapori tra i due partner siano nati in seguito all’apertura nel settembre 2016 di una boutique Antonia a Macao, con il gruppo cinese Modern Avenue Group, all’epoca in fase di negoziazione con Coin per l’acquisto di Excelsior, non andato a buon fine. Ma in compenso, Modern Avenue ha siglato un accordo per aprire in Cina delle repliche del grande magazzino milanese in licenza.
 
In base alle nostre informazioni, sarà Beppe Angiolini a succedere ad Antonia Giacinti all’interno dell’insegna del lusso Excelsior. Fondatore della boutique multimarca Sugar di Arezzo, Angiolini è stato a lungo alla guida della Camera Italiana dei Buyer Moda, di cui attualmente è Presidente Onorario.

Versione italiana di Laura Galbiati

Copyright © 2017 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Lusso - Prêt à porter Lusso - AccessoriLusso - AltroDistribuzione