Essilor-Luxottica: l'UE apre un’inchiesta approfondita sul progetto di fusione

La Commissione Europea ha annunciato di aver aperto ufficialmente un’inchiesta approfondita sul progetto di fusione tra la francese Essilor, numero uno mondiale nel settore dell’ottica oftalmica, e la bellunese Luxottica, colosso mondiale delle montature di occhiali.

Le autorità europee temono che la fusione dei due gruppi di ottica determini un aumento dei prezzi - Archiv

L’esecutivo europeo ha giustificato la propria decisione spiegando di “temere che quest’unione riduca la concorrenza sul mercato delle lenti per occhiali”.
 
Tale decisione era ampiamente attesa. Sin dall’annuncio di questa fusione il 16 gennaio, gli analisti avevano indicato le potenziali riserve delle autorità della concorrenza, perché la nuova entità diventerebbe un fornitore egemonico di molti ottici e operatori.
 
“La metà della popolazione europea indossa occhiali, e praticamente tutti noi dovremo correggere la nostra vista un giorno o l’altro”, ha commentato Margrethe Vestager, commissario per la politica della concorrenza, in un comunicato.
 
“Dobbiamo dunque esaminare con attenzione se la concentrazione proposta determinerebbe un incremento dei prezzi e una diminuzione delle scelte per gli ottici e, infine, per i consumatori”, ha aggiunto.
 
L’esecutivo europeo dispone ora di un periodo di 90 giorni lavorativi (fino al 12 febbraio 2018) per prendere una decisione. L’apertura di un'indagine approfondita non pregiudica l'esito della procedura.
 
Inizialmente, i due gruppi avevano previsto di finalizzare l’unione entro la fine di quest’anno, o almeno all’inizio del 2018, per creare il leader globale integrato dell’ottica, con un fatturato annuo di circa 16 miliardi di euro e una capitalizzazione borsistica di quasi 50 miliardi di euro.
 
Versione italiana di Gianluca Bolelli; fonte: AFP

Copyright © 2017 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

OcchialiIndustryBusiness