Esprit: Patrick Götz, responsabile dell'Uomo, lascia il gruppo

Esprit deve affrontare gli addii di vari suoi manager che occupavano posizioni chiave. Dopo Armin Broger, ormai ex responsabile di every.day.counts, è il turno di Patrick Götz, che abbandona il suo posto di direttore della divisione maschile.

Espirit

Entrato in Esprit nel 2010, Götz era diventato il Global Business Manager di Esprit Men. Si tratta di una partenza che la dice lunga sullo spessore strategico che attualmente riveste la moda maschile nella considerazione di Esprit.

Il brand, in difficoltà da molti anni, aveva in effetti sempre affermato che il suo riposizionamento, e quindi il rilancio, sarebbe passato attraverso la moda femminile. Ma in luglio aveva nominato Edo van Elderen vicepresidente della moda maschile, per rafforzare questa struttura e sperare di riguadagnare terreno nella moda uomo.

La divisione Men pesa solo per il 13,3% sull'attività del gruppo. Nel corso del primo trimestre del proprio esercizio, iniziato l'1 luglio, le vendite di Men Casual sono calate, a tassi di cambio costanti, di quasi il 4%, a 507 milioni di dollari di Hong Kong (la sede finanziaria dell'azienda tedesca di Ratingen si trova là), pari ad appena 60 milioni di euro. Le vendite di Collection Men, la linea maschile più formale, sono diminuite del 15,4%, ammontando a soli 111 milioni di dollari di Hong Kong, pari a 13 milioni di euro.

Bruno Joly (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2017 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter Nomine