Entre Amis: largo alla brand extension

Entre Amis, il marchio napoletano fondato nel 2009 e specializzato nella produzione di pantaloni da uomo che fa capo alla C.A. Group dei fratelli Antonio e Angelo Casillo, presenta in anteprima al Pitti Uomo edizione 94 la novità della brand extension. Da monoprodotto di pantaloni sartoriali, l’azienda campana si propone di iniziare un percorso che la porti a proporre un total look nel menswear a tutto tondo, che partirà con la presentazione in fiera di una capsule di capispalla.

L'impermeabile della capsule - Entre Amis

Nato nel 2004 con una collezione di total look donna, Entre Amis si è specializzato dopo un lustro nel proporre esclusivamente pantaloni maschili (oggi ne realizza 230 modelli). La piccola linea di capispalla interamente fatta in Italia che presenta a Firenze è basata su giacche tutte sfoderate: un impermeabile modello Mackintosh in tela di lana stampato, una Field Jacket (o sahariana) e un bomber.
 
Entre Amis non solo ha raggiunto l’obiettivo di concludere il 2017 a 8,5 milioni di euro di fatturato, ma l’ha anche superato, varcando la soglia dei 10 milioni di euro (10,8 milioni per la precisione), +23% in un anno, con previsione di crescita almeno in doppia cifra anche per il 2018. “In base alle vendite della pre-collezione dell’anno prossimo ci sono tendenze di crescita del 5-7%, nonostante la situazione macroeconomica e il calo generalizzato dei consumi stiano portando difficoltà a qualsiasi livello di struttura commerciale”, afferma Antonio Casillo, cofondatore del brand ed Export Manager.
 
Casillo definisce “positivi” i primi approcci compiuti dal suo marchio per espandersi sul mercato coreano. “Le trattative hanno necessariamente bisogno di tempo e non abbiamo ancora firmato niente, ma posso anticipare che sicuramente ci affacceremo a breve in Corea del Sud. In Francia siamo ancora alla ricerca del distributore idoneo per i nostri prodotti, mentre rispetto agli obiettivi annunciati un anno fa abbiamo preferito tralasciare il Regno Unito e stringere rapporti per approdare nel prossimo futuro a Taiwan, in quanto essendo il Giappone il nostro primo mercato estero dovrebbe essere più facile penetrare sui mercati asiatici”.

La sahariana della capsule - Entre Amis

Il fatturato del brand con sede a Nola è per il 75% ottenuto in Italia. In Giappone Entre Amis è il 3° marchio di pantaloni più venduto, nonostante sia presente nel Sol Levante da soli 5 anni, e dove “i dati di sell out sono stati superiori al 65% in maggio prima dei saldi”, puntualizza Casillo.
 
L’anno scorso Entre Amis ha chiuso un accordo con Rinascente per aprire una serie di corner all’interno del department store italiano, arrivati oggi ad 8. Partiti nel 2017 con 3 spazi nei grandi magazzini di Milano, Roma e Firenze, quest’anno si sono aggiunti Roma, Palermo, Catania, Cagliari, e Torino come ultimo ingresso. Casillo non esclude l’apertura di un flagship a Napoli in un prossimo futuro e racconta di contatti con una delegazione di ministri cinesi in vista di futuri progetti di inaugurazioni di negozi monomarca ad insegna Entre Amis sul mercato cinese. “Ma tutto deriverà da quanto succederà a proposito dell’espansione a Taiwan (e in Corea del Sud). Comunque vantiamo già una penetrazione in Cina grazie a due clienti a Hong Kong, il che potrebbe rappresentare un buon viatico per gli investitori cinesi”.
 
Il brand è oggi distribuito in oltre 500 negozi multimarca in Italia e altri 330 multibrand clienti all’estero. Nella sede sociale della zona industriale di Nola (7.500 mq. complessivi) lavorano 28 dipendenti diretti.

Il bomber della capsule - Entre Amis

Il C.A. Group ha chiuso il 2017 a circa 11,7 milioni di giro d’affari. Ciò significa che le altre compagini del gruppo hanno una rilevanza commerciale ancora minima. “Ci stiamo focalizzando su uno spin-off di Entre Amis, la linea mare. Prima era battezzata Coroglio by Entre Amis e ora si chiama solo Entre Amis, per poterla gestire meglio e sfruttare la notorietà raggiunta dal nostro marchio principale. Poi ci sono la linea bimbo Entre Amis Garçon, il piccolo ma raffinato marchio di capispalla sartoriali Filomarino Napoli, acquisito nel settembre 2016, e il brand casual Barboni di Lusso, comprato lo scorso anno”, ricorda in conclusione Antonio Casillo.

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter BusinessCollezione