Ecologia: la Casa Bianca iscrive 154 marchi e aziende nel suo programma

Mentre Washington continua a prendere parte alla Cop21 (La XXI Conferenza delle Parti della Convenzione Quadro delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici (UNFCCC) in corso a Parigi, ndr.), la Casa Bianca annuncia che nel suo “American Business Act on Climate Pledge” sono entrate altre 73 nuove società, portando a 154 il numero dei partecipanti. Amazon, VF Corp e Kohl’s sono alcuni dei nuovi arrivi.

AFP

Il “Climate Pledge” punta a ridurre di 6 miliardi di tonnellate le emissioni di anidride carbonica degli Stati Uniti entro il 2030. Le aziende firmatarie s’impegnano a diminuire del 50% le loro emissioni e dell'80% il loro utilizzo di acqua, ma anche ad utilizzare un'energia al 100% rinnovabile, e a non prendere parte alla deforestazione.

Il programma aveva già accolto L’Oréal USA, Procter&Gamble, Unilever, Nike, Levi Strauss & Co, Target e Wal-Mart, e anche Apple, Microsoft, UPS, Facebook, Google, General Motors, Disney e Coca-Cola. Le aziende firmatarie mostrano ormai un fatturato combinato di 4.200 miliardi di dollari ed impiegano 11 milioni di persone nei 50 stati degli USA.

“Mentre gli occhi del mondo sono rivolti a Parigi, Il presidente Obama è determinato ad andare avanti su questa strada con i leader americani di tutti i livelli, federali, statali, locali e privati”, puntualizza la Casa Bianca. “Le misure adottate dai settori pubblico e privato hanno permesso al presidente Obama di fissare lo scorso novembre un obiettivo ambizioso, ma realizzabile, di ridurre le emissioni di gas a effetto serra dal 26 al 28% entro il 2025. E da 11 mesi, stiamo assistendo ad uno slancio globale senza precedenti nella lotta contro il cambiamento climatico”.

Matthieu Guinebault (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

DecorazioneIndustry