E-commerce: l’emiratina Emaar compra le quote di Rocket Internet in Namshi

L’azienda di Dubai Emaar Malls comprerà la quota del 51% che la tedesca Rocket Internet possiede del sito di e-commerce Namshi. Due mesi dopo l’annuncio dell’acquisto di Souq.com da parte di Amazon, questa acquisizione dovrebbe rafforzare Noon.com, la joint venture del fondo d’investimento pubblico saudita e di Mohamed Alabbar, il fondatore e presidente di Emaar Properties.

Il GFG manterrà una partecipazione del 49% in Namshi - Global Fashion Group

Noon.com è stato scosso in questi giorni dalla partenza del CEO e del direttore della tecnologia, come anche di numerosi altri quadri dirigenziali. Mohamed Alabbar ha precisato la scorsa settimana che l’azienda si trova sulla buona strada per avviare la propria attività entro la fine dell'anno.
 
Qualche settimana fa, gli sforzi dell'ultimo minuto compiuti da Emaar Malls, il braccio commerciale di Emaar Properties, per prendere il controllo di Souq.com non hanno avuto successo. Emaar Malls aveva valutato il sito di e-commerce 800 milioni di dollari. Secondo la banca Goldman Sachs, si tratta della “più importante operazione di fusione-acquisizione del settore tecnologico mai realizzata nel mondo arabo”.
 
Secondo un comunicato, Emaar acquisterà dunque la partecipazione detenuta da Rocket Internet – l’investitore tedesco – in Namshi, nel quadro di una transazione in contanti che dovrebbe essere finalizzata entro tre mesi.
 
Mohamed Alabbar, il fondatore e presidente del gruppo Emaar di Dubai, quello che ha costrutio in particolare il Burj Khalifa, la torre più alta del mondo, dall’anno scorso si orienta sempre più verso gli investimenti in tecnologia e commercio elettronico.
 
Nella regione del Golfo Persico, il mercato dell’e-commerce dovrebbe raggiungere i 20 miliardi di dollari di valore nel 2020, secondo un rapporto pubblicato l’anno scorso dallo studio di consulenza A.T. Kearney.
 
Lo scorso marzo, il confondatore di Namshi aveva dichiarato all’agenzia Reuters che l’acquisizione di Souq.com da parte di Amazon era di tale portata da poter innescare un consolidamento nel settore.
 
“In generale, Amazon arriva su un mercato ed è rapidamente in grado di dominarlo. In India, per esempio, ciò ha portato alla chiusura o alla ristrutturazione di un certo numero di aziende”.
 
“Gli attori generalisti dovrebbero preoccuparsi se non fossero in grado di offrire ai propri clienti una proposta di valore differenziato. I pure player come Namshi, per esempio, saranno messi in discussione, ma probabilmente in misura minore”, ha aggiunto Alabbar.
 
Versione italiana di Gianluca Bolelli; fonte: Reuters

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - AltroDistribuzionemediaBusiness