E-commerce: Google aggiunge il pulsante "buy"

Confermando le voci diffusesi da maggio, Google ufficializza l'implementazione del pulsante “buy” sugli strumenti di telefonia mobile, realizzato in particolare nell'intento di contrastare il suo connazionale Amazon.


Google Inside Adwords

Confermando la notizia rivelata da FashionMag.com, il vicepresidente di Google Shopping, Jonathan Alferness, ha ufficializzato il lancio sul blog Inside AdWords. L’occasione per fargli ricordare che con 1.000 miliardi di dollari spesi nel 2014, l'm-commerce ormai vale il 28% delle vendite online in America.

“Per i dettaglianti, optare per degli acquisti via Google significa migliorare la conversione mobile grazie a un metodo di pagamento semplificato”, spiega. “I dettaglianti partecipanti pagano solo per i clic sulle pubblicità della pagina del prodotto; il resto delle interazioni sulla pagina è gratuito. Anche se Google ospita la pagina del prodotto e offre una protezione all'acquisto per i clienti, i dettaglianti restano proprietari della comunicazione al cliente e possono offrire loro la possibilità di ricevere dei messaggi pubblicitari, promozionali e di marketing”.

Ma Google vuole andare ancora più oltre moltiplicando i rimandi verso le applicazioni sviluppate dai dettaglianti stessi, e più semplicemente verso i loro siti di telefonia mobile. Il processo è già stato implementato dallo statunitense eBay, dal tedesco Zalando e dall'indiano Flipkart. “Si tratta di una formidabile nuova opportunità, per i dettaglianti e i creatori di applicazioni, per sviluppare l’impegno per le loro applicazioni commerciali, e la estenderemo a più inserzionisti nei prossimi mesi”.

Matthieu Guinebault (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2017 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

DecorazioneDistribuzione