Dr. Vranjes: tutti i piani di espansione all’estero

Una storia lunga 35 anni quella di Dr. Vranjes, marchio fiorentino di fragranze d’ambiente fondato nel 1983 da Paolo Vranjes, farmacista, chimico e cosmetologo ma, soprattutto, traduttore di emozioni in creazioni olfattive, e da sua moglie Anna Maria. Un importante anniversario che la maison ha voluto celebrare nella sua città, presentando la nuova fragranza Giglio di Firenze, che si ispira al suo fiore simbolo.

Paolo Vranjes, fotografato tra le sue fragranze - Photo: Elena Passeri - FashionNetwork.com

“L’azienda è nata a Bologna, ma dopo 5 anni ci siamo trasferiti a Firenze, città di cui mi sono innamorato e da cui traiamo ispirazione per le nostre creazioni. Abbiamo iniziato con la cosmetica termale, che oggi rappresenta il 15% del fatturato totale, passando poi alle fragranze, che sono diventate il nostro core business con un peso sul giro d’affari dell’80%”, ha spiegato a FashionNetwork.com Paolo Vranjes. “Oggi abbiamo una rete di 8 monomarca in Italia (Milano, Venezia, Roma, tre a Firenze, Forte dei Marmi e Bologna), tre in Giappone (due a Tokyo e uno a Nagoya) e due in Cina, a Beijing e Chengdu”.

Il brand, dallo scorso anno controllato al 70% dal fondo inglese BlueGem (il 30% è rimasto alla famiglia fondatrice), sta portando avanti un intenso piano di espansione estera focalizzato su diversi mercati, in primis Giappone, Stati Uniti, Paesi Arabi e Cina. In Europa è prevista entro il 2019 l’inaugurazione del primo store al di fuori dei confini nazionali, a Londra, dove il marchio è già presente presso Harrods e Liberty London (quest’ultimo di proprietà di BlueGem).

Sul fronte asiatico, in Giappone, primo paese estero per la maison, Dr. Vranjes sta valutando insieme al partner locale nuove aperture, ad Osaka o in altre città del nord del Paese, con l’obiettivo di arrivare a 8/9 monomarca in totale. Il brand ha inoltre siglato, a partire dal prossimo settembre, un contratto distributivo in Sud Corea. Infine, è in via di definizione un accordo per una presenza logistica in Cina e per un approccio massiccio sull’e-commerce con TMall. “La nostra strategia è sempre la stessa, in ogni Paese: consolidare la presenza del marchio prima a livello distributivo, per poi passare eventualmente all’apertura di monomarca”, ha precisato Vranjes. “Anche Taiwan è un mercato che ci sta dando soddisfazioni”.

Altro territorio su cui Dr. Vranjes sta focalizzando i propri sforzi sono gli Stati Uniti, dove a novembre 2017 è stata creata la società Dr. Vranjes USA e lo scorso aprile è stato aperto un corner da Bedford Goodman. Entro novembre è inoltre prevista l’inaugurazione di 11 spazi presso gli store Neiman Marcus; l’obiettivo è di arrivare a un fatturato USA di 3 milioni di euro in 5 anni.

drvranjes.it

La terza area geografica su cui il marchio sta puntando sono i Paesi Arabi: “Abbiamo siglato un accordo di concessione del brand con AlShaya, gruppo che possiede diversi mall in Arabia Saudita, a Dubai e in Libano. Il contratto, della durata di 5 anni, prevede l’apertura di 10/12 monomarca; il primo sarà a ottobre a Kuwait City”, ha spiegato Vranjes.

Dr. Vranjes ha chiuso il 2017 con un fatturato di 15,5 milioni di euro, in crescita del 22% rispetto al 2016, realizzati per il 32% in Italia. Per quest’anno è prevista un’ulteriore crescita del 20%. Il brand è presente sul mercato con 40 diverse fragranze.

“Negli ultimi 5 anni siamo passati da 40 a oltre 100 dipendenti solo nella sede di Firenze, investendo molto in risorse umane, soprattutto nelle aree produzione e vendita, ma anche in tecnologia, sia in termini di macchinari che per quanto riguarda i sistemi informativi”, ha concluso Paolo Vranjes. “Abbiamo inoltre alzato il livello della nostra rete wholesale, chiudendo la collaborazione con più di 300 rivenditori e attivandone di nuove con strutture a cui forniamo la completa formazione del personale sui nostri prodotti, anche dal punto di vista marketing”.

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

ProfumiDistribuzione