Dolce & Gabbana: droni e peccatrici, spiritualità e sensualità. Tutto assieme

Silver and gold is the New Black! Non avevate sentito che l’oro e l’argento sono il nuovo nero? O che la religione è il nuovo oppio degli appassionati di moda? Beh, queste sono le caratteristiche messe in primo piano da Dolce & Gabbana in questa stagione.

Dolce & Gabbana - Autunno-Inverno 2018/19 - Womenswear - Milano - Instagram

Il duo creativo siculo-lombardo ha chiamato la propria sfilata di domenica pomeriggio “Fashion Devotion”, e ha riempito la passerella con paramenti religiosi scelti dall’iconografia di santi, amorini, vescovi e suore.
 
Ornamenti in oro massiccio adornavano ogni look della sfilata, che è cominciata con una brillante trovata: i nuovi modelli delle borse e delle clutch della linea “Devotion” erano sospesi a una mezza dozzina di droni che hanno sorvolato tutta la passerella.
 
Poi è apparsa la prima modella - una suora cattiva in bianco e nero con una mantiglia di pizzo sui capelli e un top che riportava la scritta: “Fashion Sinner D&G” (“Peccatrice della moda di D&G”). Seguita da un parka da sci degno di un cardinale della famiglia Borghese, da un giubbotto da snowboarder paillettato con angioletti argentati o santi medievali che parevano usciti da un mosaico di Ravenna e da una virago da party notturno dopo una giornata sugli sci che indossava un copricapo cerimoniale papale a tre strati. Diverse ragazze portavano corone papali d'oro convertite in borsette. Su una notevole giacca di shearling si poteva leggere la scritta “Amore” sul colletto, mentre disegni di angeli trasportavano un cuore verso il cielo.
 
Raramente lo spirituale è stato così mischiato al sensuale. In più, Domenico e Stefano si sono molto divertiti coi loro accessori; come nella serie di tacchi stravaganti, alcuni di vetro e altri fatti con statuine in miniatura dei due designer. Una borsa era persino la riproduzione in piccolo di un organo da chiesa rococò.
 
Lo show – previsto per le due del pomeriggio – è cominciato molto tardi; la fossa dei fotografi ha cominciato a rumoreggiare sbraitando apertamente che la sfilata avesse inizio dopo un’ora passata ad ascoltare un canto gregoriano…. Così tardi che alle due e quaranta Anna Wintour si è alzata scocciata dal suo posto e, dopo essere stata supplicata da una maschera di non andarsene, è rimasta in piedi all’ingresso del défilé a guardare il suo orologio. Dopo altri cinque minuti, finalmente lo show ha avuto inizio. Ma alle tre precise, Anna è sgattaiolata fuori prima del finale.
 
La notte precedente è stato l’argento, e non l’oro, la materia prima principale in un epico show tenutosi all’interno del “Martini”, il bar/ristorante/boutique privata/maison de couture del più energico duo di Milano: Dolce & Gabbana. A dire la verità, l’argento e i diamanti. Anzi, il nome del loro sfrenato défilé del sabato sera era “Secrets & Diamonds” (“Segreti e diamanti”). Una sfilata in cui giornalisti, buyer, clienti e ammiratori del brand sedevano su seggiole da caffetteria, sorseggiando dei Martini mentre guardavano passare il cast delle modelle.
 
Si è trattato dell’ultimo show “clandestino” di D&G; una presentazione, programmata fuori dal calendario ufficiale, di creazioni indossate da un gruppo di giovani donne ben educate, quel genere di ragazze istruito privatamente sin dalla nascita: come Eleonore von Habsburg, Emma Weymouth, Sabrina Percy e Gabriella Beardsworth, quest’ultima consacrata come una delle “It Girls” del 2017 dal magazine “Tatler”. Tutto molto glam in pieno stile Hollywood.
 
Oppure ancora Lady Kitty Spencer, la nipote della principessa Diana, che trasudava classe ed eleganza da tutti i pori in un abito azzurro di chiffon con stampate immagini di minuscoli amorini.
 
Il pubblico ha applaudito ogni outfit apparso sulla passerella acciottolata di questa sfilata “segreta”. Mentre la colonna sonora diceva già tutto: tra Marilyn Monroe che sospirava “Diamonds are a Girls Best Friend”, Rihanna con la sua “Diamonds” e la canzone del tema musicale di Cabaret, “Money Makes the World go Round”.
 
Non esattamente le intenzioni più spirituali possibili. Il che riassume come Dolce & Gabbana riescano sempre ad avere la botte piena e la moglie ubriaca. In senso letterale e figurato.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Lusso - AltroSfilate