Dior Homme: il primo della classe nella sartoria maschile

Proprio quando cominciavamo a pensare di dover annegare in un mare di athleisure, arriva Kris Van Assche e ci ricorda che aspetto può avere una grande collezione di sartoria moderna.

Dior - Autunno-Inverno 2018/19 - Menswear - Parigi - PixelFormula

E stiamo parlando di sartoria che tutti, da Monsieur Dior a Robert Pattinson, possono capire – ed indossare.
 
In effetti, la collezione era molto chiaramente basata sull’emblematico tailleur “Bar” di Christian Dior. Il risultato è stato una serie affascinante di giacche allungate, strette in vita e svasate al fianco con le iconiche dimensioni e proporzioni del ‘New Look’. In più, Van Assche ha abilmente giocato sui dettagli e le finiture di classe di Dior, come i mini-baveri estesi che poi erano intrecciati e abbottonati. Anche dei piccoli tocchi di bianco ricamati accentuavano la silhouette con un’idea intelligente. Aggiungete delicate tasche con patta e bottoni sfalsati e ottenete il risultato del miglior défilé sartoriale sul Continente di questa stagione.
 
“Penso che in un momento in cui tutti nella moda si sono messi a proporre streetwear era ora che ci concentrassimo di nuovo sulla sartoria. Semplicemente, questo aveva senso ora”, ha dichiarato Van Assche, posando per le fotografie con il rubacuori francese Pierre Niney e sua moglie Natasha Andrews.
 
Tutto questo guardaroba per gentiluomini aveva un’aria nobile e alla moda. La collezione era realizzata in lana vergine, con tanti outfit che presentavano motivi gotici appuntiti e un tessuto di jacquard di velluto nero, lo stesso che Bella Hadid indossava quando è apparsa nella sfilata al Grand Palais fendendo un'immensa folla di paparazzi, fotografi di strada, appassionati di moda e semplici turisti.
 
Lo sportswear-chic di Van Assche è stato però un po’ meno spettacolare. Niente di così sbagliato o terribile, ma solo un po' troppo stereotipato, ripetitivo – tutto un po' troppo snob per essere davvero convincente. E la critica di chi scrive è stata condivisa da molti altri commentatori.
 
“Mi è piaciuta molto la sartoria; ma lo sportswear no davvero”, ha arricciato il naso Karl Lagerfeld, che è apparso con una significativa barba grigia da marinaio, e si è seduto in prima fila insieme al grande boss e presidente di Dior, Bernard Arnault.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Lusso - Prêt à porter Lusso - AltroSfilate