Desigual: altro calo delle vendite nel primo semestre

Desigual vede ancora contrarsi la portata della propria attività. Nel primo semestre, il marchio spagnolo registra un calo delle vendite del 9,6% rispetto allo stesso periodo di un anno prima, a 378 milioni di euro. Un declino che è parte di una decrescita più ampia, poiché il marchio di prêt-à-porter famoso per i suoi tessuti stampati coloratissimi era già stato colpito da una contrazione delle vendite nel primo semestre del 2016, concludendo l’anno su un ribasso del 7,8%, a 860,5 milioni di euro.

Desigual lavora al suo nuovo modello di business - Desigual

L’azienda precisa che il calo è stato più moderato nel secondo trimestre del 2017, con un -8,5%, contro il -10,4% dell’inizio dell’esercizio. In particolare rileva che questi cali, registrati nella maggior parte dei suoi principali mercati, sono in parte legati alla razionalizzazione della rete distributiva. In parallelo, Desigual registra una crescita a due cifre delle proprie vendite online, che oggi pesano per l’11% sul suo giro d’affari.
 
Il marchio deve anche registrare una contrazione del 23,6% del margine operativo lordo (Ebitda) rispetto al 2016, a 55 milioni di euro. Dato che comunque arppresenta ancora il 14,4% del suo volume d’affari.
 
Ma è chiaro che Desigual sta attualmente riesaminando il suo modello di attività. Il marchio iberico spiega che nella prima metà dell’anno i suoi team si sono focalizzati sull’esecuzione del "piano di trasformazione" per “evolvere verso un modello di business aziendale focalizzato sul cliente e predisporre la prossima tappa di crescita”.
 
Desigual ha precisato di aver attuato una serie di iniziative a livello di prodotto, come l’ideazione di vestiti adatti per diverse occasioni, e si sta strutturando per mettere in pratica il rinnovamento del 25% della sua offerta nei negozi nel corso di una stagione. Infine, la società annuncia che sta preparando il suo nuovo concept di negozio, che dovrebbe essere pronta in tempo per accogliere la collezione primavera-estate 2018.
 
Creato nel 1984, il marchio catalano possiede oltre 500 negozi monomarca nel mondo e 2.100 corner in grandi magazzini ed è presente in 5.000 store multimarca. L’azienda iberica dispone anche di 20 versioni del suo sito di e-commerce.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2017 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter Moda - AltroBusiness