Courrèges chiuderà il sito produttivo di Pau

La fabbrica storica di Courrèges a Pau cesserà l’attività “nei prossimi mesi”, con conseguente licenziamento di 18 dei 23 dipendenti nel quadro di una “riorganizzazione” destinata a “garantire il perdurare del marchio” nel tempo, si è appreso martedì dalla maison.

Courges è in piena rivoluzione - Courrèges

La fabbrica di Pau, costruita nel 1972 sulla base dei piani futuristici del fondatore del marchio, André Courrèges, originario della regione, sarà “dedicata al patrimonio di archivi della casa di moda”, ha precisato la direzione, confermando una notizia data dall’emittente France 3.
 
Cinque dipendenti riceveranno delle proposte di riclassificazione a Parigi, dove saranno riunite tutte le attività di prototipazione, “per migliorare l’efficienza”. La produzione è invece assicurata da alcuni subfornitori.
 
Dopo l’acquisto di Courrèges nel 2011 da parte di due pubblicitari, la fabbrica era stata ristrutturata e doveva simboleggoiare il rinnovamento della griffe, fondata nel 1961 da André Courrèges, couturier scomparso all’inizio del 2016, conosciuto per aver reso popolare la minigonna e aver rivoluzionato la moda negli anni ’60.
 
Chiusa negli anni ‘80, poi parzialmente riaperta con alcuni impiegati nel 1998 da Coqueline Courrèges, che era succeduta a suo marito, già malato, al timone della griffe nel 1994, la fabbrica di Pau riflette le fortune e le disgrazie, gli alti e i bassi attraversati dal brand.
 
La griffe è priva di direzione artistica dalla partenza, avvenuta quest’estate, degli stilisti Sébastien Meyer e Arnaud Vaillant, nominati nel 2015, e non presenterà alcuna sfilata in questa stagione nel quadro della Fashion Week parigina in corso.
 
Il marchio prevede “di nominare nei prossimi mesi” un nuovo direttore artistico, e un vicedirettore generale che sia responsabile della moda. Il management ha indicato di volersi “focalizzare nuovamente sul core business, il prêt-à-porter”, rispetto alle altre attività (accessori, profumi, ecc.). 
 
Versione italiana di Gianluca Bolelli; fonte: AFP

Copyright © 2017 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter Moda - AccessoriProfumiIndustry