Confindustria, nasce la Centro Adriatico

È nata, con il voto all'unanimità delle due assemblee di Confindustria Ascoli Piceno e Confindustria Fermo, Confindustria Centro Adriatico. Il nuovo presidente è Simone Mariani, attuale presidente di Confindustria Ascoli Piceno, Giampietro Melchiorri, presidente di Confindustria Fermo, è il vicario. Direttore della neonata associazione è Giuseppe Tosi, attuale direttore di Fermo.

Confindustria - Foto: Apcom

Le due territoriali si riuniscono dopo 35 anni di divisione. Importanti i numeri: 800 imprese che si riuniscono con due milioni di introiti contributivi. Oltre 200 imprese nel settore moda-calzaturiero, 113 nel terziario, 70 nella metalmeccanica, 70 nell'edilizia, 50 negli accessori e 50 nell'agroalimentare. Cresce il turismo che arriva a 40 aziende.

Un ruolo importante lo giocano la plastica, i trasporti, la meccanica e l'edilizia. "Copriamo ogni settore dell'economia del territorio". "Una organizzazione più solida, veloce e con la voce più forte grazie a strumenti, competenze, servizi efficienti ed efficaci, grazie a funzionari aggiornati. Tutto questo - ha commentato Mariani - possiamo dare ora che lavoreremo insieme". La commissione nazionale si è riunita ieri e ha deliberato il riconoscimento per Confindustria Centro Adriatico di una rappresentanza in Consiglio generale. Per il momento restano divisi patrimoni, crediti e debiti.

Copyright © 2017 ANSA. All rights reserved.

Moda - AltroIndustry