Confindustria Toscana Nord, legalità e imprese cinesi: occorrono misure straordinarie a tutela della filiera

Confindustria Toscana Nord, l’ex Unione Industriale Pratese, ha evidenziato la straordinarietà della situazione di Prato, dove il tema legalità si intreccia con la forte concentrazione di imprese cinesi, a loro volta caratterizzate da frequenti e gravi irregolarità.

Andrea Tempestini, vicepresidente di Confindustria Toscana Nord

L’associazione, nata nel 2013 con un progetto di fusione delle 3 associazioni di Lucca, Pistoia e Prato, ha aderito alle iniziative della Regione Toscana a favore del lavoro sicuro; ha realizzato progetti anche sul piano culturale che dessero il senso della disponibilità all’accoglienza e, nello stesso tempo, affermassero con forza il valore della legalità; ha inoltre collaborato con le altre categorie economiche e con le parti sociali al fine di fissare in documenti condivisi i percorsi da effettuare, indicando con precisione i punti di maggiore criticità della filiera.

L’associazione ha adottato una visione non parziale dei problemi presenti nei comparti sia dell’abbigliamento che delle tintorie, rifinizioni e stamperie, ritenendo ugualmente gravi in entrambi i casi gli effetti negativi sul sistema pratese. Dalla mappatura della filiera produttiva pratese sono emersi alcuni segmenti molto vulnerabili e non in grado di resistere all'attacco dell’illegalità.

“La situazione richiede interventi straordinari, incentrati in primo luogo sulle risorse umane chiamate a vigilare, sul loro numero e sul loro livello di qualificazione. Anche da parte dell’Ispettorato territoriale del lavoro occorrerebbero, sul rispetto delle normative di sua pertinenza, controlli puntuali che vadano al di là della verifica del libro matricola”, ha commentato Andrea Tempestini, vicepresidente di Confindustria Toscana Nord.

“Passi avanti ce ne sono stati. Mi riferisco all’aspetto sicurezza ma anche alla delle centinaia di milioni di euro del recupero IVA: un invito a continuare a lavorare anche su questo piano, con il coinvolgimento dell’Agenzia delle Entrate”, ha concluso Tempestini.

Copyright © 2017 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Industry