Con “Artigianato e Palazzo” continua la raccolta fondi per il museo Richard Ginori

Chiuso al pubblico dal maggio 2014, il museo Richard-Ginori della Manifattura di Doccia è stato acquisito dallo Stato alla fine del 2017. "Aver salvato un patrimonio collettivo straordinario è una pagina di cui essere orgogliosi", ha commentato il sottosegretario ai Beni Culturali Ilaria Borletti Buitoni, intervenendo a Milano alla presentazione delle iniziative volute da “Artigianato e Palazzo” a sostegno del museo, che custodisce tre secoli di storia del gusto e del collezionismo della ceramica.

Museo Richard Ginori della Manifattura di Doccia - Facebook/Artigianato e Palazzo

Un patrimonio ricchissimo - che conta 8.000 opere in porcellana, ceramica, maiolica, terracotta, piombo, oltre 13.000 tra disegni, lastre di metallo incise, sculture in cera, capolavori come quelli firmati da Giò Ponti e servizi storici come il primo impilabile, che vinse il Compasso d'oro nel 1954 - che giace purtroppo in un contenitore in pessime condizioni.

Per gli interventi più urgenti il CIPE (Comitato Interministeriale Programmazione Economica) ha stanziato 1,9 milioni di euro, cui la fondazione Cassa di Risparmio di Firenze ha aggiunto un altro milione e mezzo. Altri 500 mila euro, come riferito dal Presidente degli amici del museo di Doccia Livia Frescobaldi Malenchini, sono stati raccolti da Confindustria di Firenze per sostenere i primi 2-3 anni di attività del Museo, la cui gestione verrà affidata dal MIBACT a una fondazione mista pubblico-privata in via di costituzione. Al momento "stiamo lavorando”, ha detto l'assessore alla cultura della Regione Toscana Monica Barni, “a un accordo di valorizzazione tra soggetti pubblici interessati, da cui prenderà vita un comitato tecnico".

Ora si aggiunge il contributo della mostra “Artigianato e palazzo”, promossa dall'Associazione culturale Giardino Corsini, che ha deciso di dedicare una raccolta fondi all'Associazione Amici di Doccia in occasione della XXIV edizione della mostra, in programma al Giardino Corsini di Firenze dal 17 al 20 maggio 2018. All'iniziativa partecipa anche il designer fiorentino Duccio Maria Gambi, che realizzerà 20 opere selezionando alcuni oggetti dalle collezioni Richard Ginori, che saranno immersi e intersecati da cubi e volumi di cemento.

Copyright © 2018 ANSA. All rights reserved.

Arte della tavolaEventi