Carrera Jeans ripensa il network distributivo, sbarco negli USA entro fine anno

Carrera Jeans lancia una nuova “generazione” di jeans e punta a ridisegnare la propria rete distributiva in un’ottica multicanale. Gianluca Tacchella, dal 2001 amministratore delegato della storica azienda di denim Made in Italy, fondata oltre 50 anni fa a Stallavena di Grezzana (VR) per iniziativa dei tre fratelli Imerio, Domenico e Tito Tacchella, ha spiegato a FashionNetwork.com le nuove strategie adottate dal marchio per affrontare le prossime sfide del mercato.

Gianluca Tacchella, AD di Carrera Jeans
 
“Entro fine anno entreremo nel mercato del dettaglio specializzato negli USA con il lancio di due nuove modelli di jeans: il primo, da donna, con trattamento ad aloe - unico esempio di jeans al mondo certificato vegan - è uno strumento di benessere oltre che di look; il secondo, da uomo, ‘Passport’, presenta una serie di tasche nascoste utili per tenere in sicurezza portafogli e oggetti personali”, ha spiegato Tacchella.
 
L’obiettivo dell’azienda veronese rimane quello di presidiare con maggior forza tutti i canali distributivi, ponendo sempre maggiore attenzione al mondo complesso e insidioso dell’online: “L’avvento dell’e-commerce ha cambiato le regole dei negozi fisici”, ha commentato l’AD. “Non esiste più la consegna al cliente dal bancale: ora è tutta una questione di gestione e di logistica, con player come Amazon e Yoox che alzano sempre di più l’asticella, nella velocità di spedizione e nella gamma di servizi offerti. Il cliente si abitua ad un livello di servizio che pretende anche da aziende non specializzate nella vendita online. Inoltre, Internet tende ad appiattire le differenze: sul web vince chi riesce a consegnare il prodotto più velocemente e ad un prezzo più interessante”.

Carrera Jeans Aloe
 
Il gruppo ha registrato nell’ultimo anno tassi di crescita molto elevati del proprio sito di e-commerce: “La percentuale di incidenza sul fatturato del commercio elettronico di un’azienda non specializzata in questo servizio non arriva all’1% e noi siamo addirittura al 3%”, ha specificato Tacchella.
                                              
Con una produzione annua di oltre 5 milioni di pezzi, Carrera rappresenta il secondo venditore in Italia nel segmento pantaloni con una quota del 7%, subito dopo OVS, che detiene una quota dell’8% grazie alla sua capillare presenza su tutto il territorio italiano.
 
Negli anni ’90, l’azienda ha deciso di delocalizzare in Tajikistan, luogo di produzione della materia prima (il cotone), dove ha aperto due nuovi stabilimenti, che oggi occupano più di 3.000 persone. Una scelta che ha permesso di esercitare il presidio diretto dell’intera filiera, rivelatosi un tassello fondamentale nella costruzione del successo del marchio che oggi rappresenta la più antica realtà di jeanseria italiana: “Il vantaggio della filiera integrata è avere prodotti di alta qualità a prezzi molto competitivi”, ha concluso Gianluca Tacchella.

Carrera Jeans Passport
 
Basata a Caldiero (VR), presso Villa Carrera, una villa veneta del ‘700 che ospita al suo interno logistica, uffici e centro design dell’azienda, Carrera Jeans è oggi presente in Italia con 40 punti vendita monomarca e nel mondo attraverso il dettaglio specializzato e la grande distribuzione. Il gruppo ha chiuso l’esercizio fiscale 2017 con un giro d’affari complessivo di 50 milioni di euro, in crescita del 10% sull’anno precedente.

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

DenimDistribuzioneBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER