Calida e Aubade dichiarano performance superiori al mercato per il 2017

Se il gruppo svizzero Calida ha pubblicato per il 2017 numeri positivi ma contrastanti per il suo segmento outdoor (Lafuma, Millet, Eider, Oxbow), il suo polo dell’intimo che raggruppa l’insegna omonima e il marchio francese Aubade ha registrato una crescita superiore alle performance di mercato lo scorso anno.

Aubade

Il segmento, che pesa un po’ più della metà del giro d’affari del gruppo, ha beneficiato della buona annata dell’insegna di intimo e homewear Calida, che ha confermato il trend positivo con un secondo anno di crescita consecutiva, ancora più alta nel 2017, con un incremento del 2,4% del fatturato, a 133,8 milioni di franchi svizzeri, ossia 116 milioni di euro. Calida, che dispone di 130 negozi e realizza il 40% delle vendite nel mercato domestico, ha registrato una crescita a due cifre per l’offerta maschile e ha beneficiato degli effetti della modernizzazione della sua immagine e del suo posizionamento. Nonostante tali investimenti, il risultato operativo è salito a 31,4 milioni di euro.
 
Da parte sua la griffe di lingerie Aubade, dopo una flessione nel 2015 e una stabilizzazione nel 2016, ha messo a segno una crescita di fatturato del 3,7%, raggiungendo quota 55,5 milioni di euro, soprattutto grazie ai risultati registrati all’estero, ha precisato il gruppo svizzero. Il brand francese, che quest’anno festeggia i 60 anni e ne approfitta per rafforzare in termini di comunicazione soprattutto all’estero il suo savoir faire, ha migliorato il suo apporto agli utili della casa madre dell’8%, con un risultato operativo di 14 milioni di euro.
 
Per il 2018 Calida prevede un anno delicato su alcuni mercati e quindi una stabilità del giro d’affari globale. Nuovi investimenti sono previsti per sostenere la dinamica positiva dei due brand, che dovrebbero beneficiare di tale sforzo economico. In seguito all’integrazione la scorsa primavera dello specialista tedesco dell’e-commerce Reich Online, il gruppo conferma le intenzioni di accelerare la propria crescita numerica. Da notare che prossimamente un esperto in materia dovrebbe fare il suo ingresso nel consiglio di amministrazione: la francese Nathalie Gaveau, cofondatrice di PriceMinister e fondatrice di Shopcade.
 
Il gruppo ha anche annunciato qualche giorno fa la nomina di un nuovo direttore finanziario, Sacha Gerber, che succederà a Thomas Stöcklin e che dovrebbe assumere le sue funzioni entro l’estate. Gerber in passato ha lavorato per Swatch.

Versione italiana di Laura Galbiati

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Biancheria intimaBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER