CFMI, sempre più eventi a Firenze

Unire sempre di più arte e moda, fare da collettore di eventi durante tutto l'anno, producendo occasioni per addetti ai lavori ma anche aperti alla città. Ecco i piani per il futuro del Centro di Firenze per la Moda Italiana (CFMI), che ha rinnovato il proprio legame con Palazzo Pitti organizzando la sera di lunedì 12 giugno, alla vigilia di Pitti Uomo 92, l'evento "Meraviglia Water and Flames" con la compagnia di acrobati Sonics. Un evento per gli addetti ai lavori ma anche per i cittadini e tutta la città di Firenze.

Andrea Cavicchi

''E' la città della moda, deve essere vissuta anche dai fiorentini, è un momento che produce creatività e ricchezza - spiega Andrea Cavicchi, presidente del Cfmi - Da un anno e mezzo abbiamo fatto un accordo pluriennale con Gallerie degli Uffizi, vogliamo riportare l'attenzione su Palazzo Pitti e la città, anche grazie a sfilate come quelle di Gucci e Stefano Ricci. La volontà è quella di abbinare sempre di più moda e arte, e renderla fruibile".

In effetti l'obiettivo del Centro Moda, sin dalla sua fondazione nel 1954, è quello di promuovere e internazionalizzare il sistema moda italiano, sostenendo un equilibrio tra l'industria della moda, la qualità della vita e le risorse urbane e territoriali. Nel 2014 è nato il progetto Firenze Hometown of Fashion, in occasione dei 60 anni dalla fondazione del Cfmi, con lo scopo di valorizzare Firenze come luogo dove è nata la moda.

Da quel momento si contano eventi come il concerto con i cameristi del Maggio Musicale, la mostra con i capi della Sartoria Tirelli, il treno della moda (Firenze-Milano), la partita rievocativa del calcio storico, il concerto dei Piano Twelve e la donazione della nuova illuminazione della facciata di Palazzo Pitti. Questa volta l'evento con i Sonics.

"Quest'anno c'era la volontà di legarsi all'ispirazione di Pitti, che sono i fiori - spiega Cavicchi - Il Cfmi deve essere un collettore di eventi durante l'anno".

Copyright © 2017 ANSA. All rights reserved.

ModaLussoEventi