Bulgari apre un hotel a Pechino, presto anche Dubai e Shanghai

Bulgari apre il suo quarto hotel a Pechino, quale ulteriore tappa della realizzazione di una catena "molto esclusiva" e destinata ad avere una quindicina di alberghi entro il 2022, sparsi nelle migliori città del mondo.

Hotel Bulgari a Pechino - https://www.instagram.com/p/BZQe3L-Bfoy/?hl=it&taken-by=bulgarihotels

"L'idea è una rete globale anche se molto esclusiva, per ospitare quello che definirei una 'tribù di aficionados' di stile di vita italiano, molto sofisticato però altrettanto molto conviviale", ha spiegato il numero uno del gruppo, Christophe Babin.

"È tutto ciò che fa l'anima italiana in termini di lusso, di sofisticazione dei materiali, dell'atmosfera e del servizio, e di quest'anima romana e che ci trascina in Bulgari e che dà esperienze indimenticabili", ha aggiunto Babin.

Gli hotel della compagnia controllata dal colosso francese del lusso LVMH saliranno a sei in pochi mesi con le aperture di Dubai a dicembre e di Shanghai a gennaio 2018, in aggiunta a Pechino, Milano ("Il primo in una città simbolo per economia e moda, riferimento ormai della fashion week", ha detto Babin), Bali e Londra. Un totale di medio termine di 500 camere e che potranno contare "nell'orizzonte al 2022 sul contributo di altri 8-10 alberghi, con Mosca in programma già nel 2019/20”, ha concluso Babin.

Copyright © 2018 ANSA. All rights reserved.

Industria alberghieraDistribuzione