Brunello Cucinelli si rafforza negli Stati Uniti

Brunello Cucinelli mette il turbo sul mercato statunitense, piazza più effervescente in assoluto in questo momento per il settore del lusso. La griffe di Solomeo (PG), che produce articoli in cachemire di lusso, ha inaugurato la sua terza boutique a New York.

Un'immagine del nuovo negozio di Brunello Cucinelli a New York

Dopo Madison Avenue e Bleecker Street nel West Village, Cucinelli arriva nel quartiere “intello-chic” di Soho con uno spazio di 400 m2 situato al n° 136 di Greene Street, dove si trova al fianco di Apple e del primo negozio in assoluto di Google, ma anche vicino a marchi chic come Dior, Chloe, Louis Vuitton e Stella McCartney.

La location svela su due piani il nuovo concept di negozio ideato dall'architetto italiano Luigi Fiorentino con uno stile più moderno e luminoso, che sarà applicato a tutti i punti vendita Brunello Cucinelli. Il livello inferiore, in particolare, è interamente dedicato all'offerta maschile, con in più un servizio di tailoring.

Questa apertura porta a tre il numero di boutique Cucinelli a New York e a 12 il totale dei suoi negozi in Nord America, dove il marchio prevede di aprire altri tre nuovi punti vendita nel 2015: a Honolulu, Houston e Vancouver. Questo gli permetterà di raggiungere la cifra di 15 negozi monomarca sul mercato nordamericano, mentre ne possiede 106 nel mondo.

Gli USA rappresentano lo sbocco commerciale più importante per il marchio umbro, dato che pesano per il 34,5% sul totale delle sue vendite. Nel 2014, le vendite di Cucinelli su questo mercato sono arrivate a 122,9 milioni di euro, per un incremento del 12,7% rispetto al 2013.

Dominique Muret (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2017 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Lusso - Prêt à porter Lusso - AltroDistribuzione