Brandsdistribution.com arriva a 150.000 iscritti, apre la piattaforma statunitense e lancia Brandsfactory

L’azienda torinese di distribuzione B2B online di abbigliamento e accessori firmati Brandsdistribution.com continua la sua crescita raggiungendo la quota di 150.000 rivenditori iscritti al portale (esattamente 151.574 al 3 luglio, ndr.), con oltre 10.000 registrazioni concretizzatesi nell’ultimo mese. “Un dato importante, che dimostra come il digitale stia diventando il canale di rifornimento preferenziale dei rivenditori”, precisa in un comunicato la società specializzata in servizi di logistica e di gestione degli stock per negozi di moda e accessori di design online fondata da Carlo Tafuri nel 2009.

Brandsdistribution.com

Alla base del successo del portale c’è un modello di business innovativo, basato su un servizio logistico che permette di abbattere tempi e costi di distribuzione, dando ai rivenditori la possibilità di azzerare la necessità di avere un magazzino e il rischio di invenduto: gli iscritti fruiscono infatti di riassortimenti in tempo reale e consegne garantite in tutta Europa entro i 3 giorni lavorativi, senza l’obbligo di acquistare prodotti un anno prima della messa in vendita.
 
“È in atto una vera e propria rivoluzione distributiva di cui noi siamo i pionieri – ha dichiarato Carlo Tafuri – Sempre di più i rivenditori dimostrano di essere interessati al mondo digitale per rifornire i propri punti vendita o i loro store online. Il ciclo d’acquisto della moda, basato sul comprare collezioni con un anno di anticipo, è chiaramente obsoleto. Noi permettiamo ai brand con i quali collaboriamo di innovare il loro processo di vendita, aprendo loro delle possibilità distributive su nuovi mercati ad alto potenziale”.
 
In questo continuo processo di crescita e sviluppo, Brandsdistribution.com punta al mercato USA: nel corso del mese di luglio, l’azienda (appena approdata anche sul mercato spagnolo) ha infatti in programma il lancio della sezione americana della piattaforma, che consentirà ai rivenditori di ricevere i prodotti sdoganati entro tre giorni e garantirà ai clienti la consegna entro tre giorni dall’acquisto.
 
Un’altra importante novità è la nascita di Brandsfactory. Brandsdistribution mette a disposizione la sua esperienza e la creatività di un team dedicato per offrire una soluzione e-commerce “chiavi in mano”: un pacchetto completo studiato e realizzato sulle esigenze di ciascun cliente che va dalla creazione dello store-on line alla logistica, dalla gestione della customer care fino alla distribuzione.

Brandsdistribution.com

“Brandsfactory – puntualizza Tafuri – è dedicato a tutti coloro che desiderano e hanno l’ambizione di lanciare sul mercato il proprio business nel mondo della moda contando su un network di 150.000 rivenditori in più di 170 nazioni, oltre che avere la possibilità di vedere i propri prodotti su piattaforme e-commerce consolidate come Piustyle.it e Fashionup.ro che contano più di un milione di iscritti”.
 
L’azienda torinese fa inoltre sapere di avere allo studio nuove partnership strategiche con i centri all’ingrosso tradizionali, un altro tassello su cui puntare per espandere il proprio mercato.
 
L’azienda ha fatturato circa 20,3 milioni di euro nel 2016, un 30% in più rispetto all’anno precedente, e punta a raggiungere i 30 milioni di euro di volume d’affari a livello mondiale a fine 2018.
 
Attualmente, Brandsdistribution spedisce più di 50.000 prodotti ogni mese dai suoi tre centri logistici e possiede tre sedi operative, in Italia, Regno Unito e Stati Uniti, dando accesso in forma esclusiva al catalogo di marchi come Ana Lublin e Made in Italia (brand di sua proprietà diretta), Sparco, CR7 (la linea di biancheria intima di Cristiano Ronaldo), Trussardi, Nolan, Fontana 2.0 e Oxford University.

Copyright © 2017 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter Moda - AccessoriLusso - Prêt à porter Lusso - AccessoriDistribuzionemediaBusiness