Borsalino: Joseph Cardo firma la nuova campagna di comunicazione

Borsalino compie il primo passo della propria strategia di rilancio presentando la collezione Autunno-Inverno 2018/19 attraverso un’anteprima della campagna pubblicitaria firmata da Joseph Cardo, fotografo italiano di fama internazionale. 

Borsalino, AI 2018/19

Il marchio piemontese di cappelli con oltre 160 anni di storia si vuole rafforzare “come interprete di contemporaneità e capace dialogare trasversalmente con un mercato sempre più complesso”, ha dichiarato in un comunicato Giacomo Santucci, membro del Comitato Direttivo dell’azienda. “Borsalino è un unicum nel mondo degli accessori, il suo passato è una meravigliosa lente di ingrandimento con cui si può costruire una nuova prospettiva del bello e della contemporaneità”, ha aggiunto il dirigente.
 
Per i primi scatti di questa campagna, Joseph Cardo ha puntato su immagini “disruptive”. Il fotografo ha realizzato un collage di corpi in bianco e nero che ammiccano alla comunicazione classica del marchio, e vi ha sovrapposto i nuovi protagonisti dell’immagine del brand ritraendoli a colori e in pose giocose mentre indossano la nuova collezione Borsalino. 
 
Le immagini della campagna di Joseph Cardo saranno esposte dal 10 settembre nelle boutique Borsalino e sui social network del marchio di Alessandria.
 
Haeres Equita, il fondo dell'imprenditore italo-svizzero Philippe Camperio, è diventato definitivamente proprietario al 100% dell’intera azienda Borsalino, e non più soltanto del marchio, lo scorso agosto.

Borsalino, AI 2018/19

Borsalino produce attualmente “165 mila pezzi l'anno, tra cui 35mila Panama”, ha spiegato recentemente Camperio all’agenzia Ansa. “So che il potenziale del mercato è di 500-600 mila pezzi. Se il prodotto è fatto bene, come credo, non serve diversificare. Bisogna invece potenziare alcune aree, come Giappone e gli Stati Uniti. E guardiamo anche a Gran Bretagna, Cina e Corea", ha poi aggiunto.
 
L’imprenditore (che nel progetto di rilancio del brand non ha escluso di utilizzare nuovi materiali e anche di ampliare la gamma dei prodotti toccando quegli accessori del prêt-à-porter 'vicini' al cappello, come sciarpe, cravatte, borse e borsette) ha portato i dipendenti dell’azienda dai 105 del momento del suo arrivo in società 3 anni fa (quando divenne affittuario del ramo d'azienda) ai 130 attuali.

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - AccessoriLusso - AccessoriCollezioneCampagne
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER