Balenciaga chiude con Marcolin, l'eyewear passa a Kering

Balenciaga chiude la licenza per l’eyewear con Marcolin e sceglie come nuovo partner per la produzione e distribuzione worldwide di occhiali da sole e da vista il gruppo Kering Eyewear. La nuova linea debutterà in occasione della presentazione della collezione Balenciaga per la primavera-estate 2019 e sarà disponibile attraverso selezionati punti vendita a partire da gennaio del prossimo anno.

Villa Zaguri, il laboratorio di Kering Eyewear a Padova

La maison parigina conclude così il suo rapporto con Marcolin, “che cogliamo inoltre l’occasione di ringraziare per il prezioso contributo che ha apportato allo sviluppo del brand in questi ultimi anni”, ha dichiarato Cédric Charbit, Amministratore Delegato di Balenciaga. L’accordo con il player veneto dell’occhialeria terminerà ufficialmente il 31 dicembre 2018.

Con questa operazione, Kering Eyewear porta sotto il proprio tetto l’ultimo brand di proprietà del gruppo di François-Henri Pinault attivo nel comparto degli occhiali e non ancora gestito dalla sezione del polo del lusso dedicata all’occhialeria.
 
Lanciata nel 2014, ad oggi Kering Eyewear gestisce un portafoglio di 15 brand, con Gucci, Cartier, Bottega Veneta, Saint Laurent, Alexander McQueen, Stella McCartney, Brioni, Altuzarra, Alaïa, Boucheron, Pomellato, Puma, McQ, Christopher Kane e Tomas Maier. 
 
Fondata nel 1917 da Cristobal Balenciaga, la griffe del lusso, alla cui direzione creativa è stato nominato nell’ottobre 2015 il designer Demna Gvasalia, sarà la quarta insegna di Kering, dopo Gucci, Bottega Veneta e Saint Laurent, “a superare il traguardo del miliardo di euro di ricavi”, ha dichiarato François-Henri Pinault, in occasione della pubblicazione dei risultati annuali del gruppo francese, lo scorso febbraio.

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

OcchialiModa - AltroLusso - AltroDistribuzioneCollezione