August Getty Atelier parte dall’Italia per espandersi in Europa

Primo passo per August Getty in Italia. Lo stilista, ultimo rampollo della ben nota dinastia di una delle famiglie più potenti d'America, nipote del magnate del petrolio John Paul Getty Senior, ha cominciato a creare abiti e accessori femminili sin da bambino. “Volevo creare una collezione (si chiama “The Lullaby”) morbida, elegante e femminile, facile da indossare e armoniosa, in un momento in cui la moda propone spesso contaminazioni con lo streetwear e un’estetica un po’ grezza e hard”, ha svelato a FashionNetwork in un'intervista esclusiva lo stesso August Getty.

August Getty Atelier, collezione "The Lullaby" PE 2018 - AGA

Al momento si parla di 10 outfit, ma la linea creata dall’oggi ventitreenne stilista esiste da 7 stagioni (debuttò nel 2014 alla New York Fashion Week). “E poi volevo omaggiare l’Italia, visto che mia madre è nata a Roma”.
 
I capi della collezione esaltano le forme e creano una silhouette femminile con una forte struttura e fluidità. I colori predominanti, in pastello leggero, sono rosa confetto, nebbia, bianco, oro e argento e blu polvere. Inoltre, la linea presenta capi in chiffon metallico, top eleganti monospalla, pantaloni classici e abiti da cocktail, giacche in satin e cappotti creati con ricami e cristallo Swarovski, raso italiano, lustrini, pizzo e paillette.

August Getty

“Le racconto una storia incredibile: quando abbiamo aperto l’atelier 4 anni fa avevamo bisogno anche di mobilio, e tra questo abbiamo portato in laboratorio una scrivania di Casa Getty. Un giorno mi cadde una cosa sotto la scrivania, mi chinai per raccoglierla fin sotto il tavolo e vi vidi al di sotto, invisibili se non ci si sdraiava per terra, disegni di Paul di quando era bambino già dotati di un’eccezionale estetica fashion”, ci ha raccontato il CEO della società, John Bernstein.

Il marchio, distribuito in vari store multimarca americani e non interessato a una distribuzione nei department store, sta per aprire un negozio monomarca a febbraio 2018, il suo primo in assoluto, su due piani, a Los Angeles, in Rodeo Drive, ricco di balaustre e arredi di produzione fiorentina.

Lo spazio è quello del vero negozio visto nel film “Pretty Woman”, che negli ultimi anni ha ospitato un noto atelier di abiti da sposa. “Il piano superiore sarà dedicato al ‘su misura’, in quanto abbiamo una grande quantità di clienti fra celebrities e socialites”, ha proseguito Bernstein. “Il piano inferiore sarà invece dedicato al ready to wear e agli accessori, che per ora comprendono solo alcuni modelli di borse. Prossimamente allargheremo la collezione di abbigliamento Donna e creeremo linee di altri accessori, fino ad avere un total look e una quarantina di capi proposti a stagione. Le scarpe avranno un negozio a loro riservato, che apriremo a fine 2018”.

August Getty Atelier, collezione "The Lullaby" PE 2018 - Elena Passeri - FashionNetwork.com

Nel 2019 può essere che il brand (la cui attività si è per ora quasi esclusivamente concentrata sugli States) possa aprire una filiale italiana a Milano, una città che “abbiamo percepito essere perfetta per come siamo fatti noi”, ha aggiunto il CEO, che non ha escluso la possibilità di aprire contestualmente un negozio nel capoluogo lombardo, in una location premium tipo Quadrilatero della Moda. Tutto è però ancora allo stadio di auspicio. Infatti il focus dell’espansione estera del brand, che è cominciata con una presentazione tenutasi durante la Settimana della Moda Donna milanese, sarà orientato verso tutta l’Europa, compreso il mercato di Russia/Ucraina.

Copyright © 2017 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Lusso - Prêt à porter Lusso - AccessoriLusso - ScarpeDistribuzioneCollezione